Infortunio Berrettini: “La serata più brutta della mia vita. Spero non sia grave”

L’entità dell’infortunio di Matteo Berrettini potrebbe costringerlo a dire addio alle Atp Finals 2021.

455
Matteo Berrettini - Infortunio Atp Finals - Fonte Foto - Ansa

Infortunio Berrettini – Purtroppo ancora non riusciamo a toglierci dagli occhi Matteo Berrettini in lacrime (sia di rabbia che di dolore) per lo sfortunato infortunio e conseguente ritiro nel match di esordio delle Atp Finals di Torino contro Shascha Zverev. Dalle ultime notizie circa le condizioni del tennista romano, si teme uno stiramento nella zona addominale, ovvero lo stesso che lo aveva costretto ad arrendersi prima di scendere in campo contro Tsitsipas agli Australian Open.

In giornata odierna, 15 novembre, Berrettini si sottoporrà ad esami strumentali più approfonditi (ecografia e risonanza magnetica) per un maggiore dettaglio circa l’entità dell’infortunio. Molto probabilmente il finalista di Wimbledon potrebbe alzare definitivamente bandiera bianca e dunque dire addio alle Atp Finals. Una volta giunta l’ufficialità, al suo posto potrebbe subentrare Jannik Sinner, ovvero il talento altoatesino e nono giocatore classificato della Race 2021.

Infortunio Berrettini, la conferenza stampa

Come da rito, tutti i professionisti sono “obbligati” a presiedere alla conferenza stampa e Matteo Berrettini si è presentato mostrando una grande forza d’animo, malgrado l’insorgenza di questo infortunio lo avesse messo sotto shock. La delusione è stata davvero tanta, le parole uscivano a stento dalla sua bocca e le lacrime erano visibili anche sotto il cappellino. Per il romano non aver potuto giocare il match di esordio è una cosa che lo uccide. Era un’atmosfera incredibile, una delle serate più belle sul campo che in un attimo si è trasformata nella serata più brutta, tennisticamente parlando, della sua vita.

L’infortunio (probabile agli addominali obliqui) lo aveva già tradito all’Australian Open prima di giocare l’ottavo di finale contro Tsitsipas. Così Berrettini lo ha ricordato spiegando che il posto era simile, ma il dolore inferiore. Si è spaventato, non riusciva a continuare. Non sa ancora precisamente di cosa si tratta, non sa di che entità sia l’infortunio. Spera che gli esami che farà oggi possano tranquillizzarlo e spera di poter tornare in campo, perché davvero non vuole perdersi quest’atmosfera, questa gente meravigliosa.

Quanto al possibile e definitivo forfait alle Atp Finals, Matteo non ha voluto parlare del connazionale Sinner, che potrebbe sostituirlo. Non vuole pensarci, ora desidera concentrarsi su questo torneo. Un passo alla volta, non riesce ancora a capacitarsi di quello che gli è successo. Ancora un infortunio. Non sa chi si sta portando via tutto questo, e non sa perché.

Classe '89, laureata alla Facoltà di Scienze Motorie di Napoli, sportiva al 100% e tifosa del Calcio Napoli sin da piccola. Amo e seguo lo sport a 360°. Ex giocatrice di pallacanestro per più di 20 anni. Amo andare in bici, esplorare la natura, andare al cinema, ascoltare la buona musica. Appassionata dei motori, soprattutto delle due ruote, adoro la spensieratezza che si prova guidandole. Il mio motto è: "Crederci Sempre, arrendersi Mai".

2 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui