MotoGP FP3 Austria: Zarco rimane primo nelle combinate, bene Bagnaia

Il torinese è il più veloce nel turno, ma nella classifica combinata dei tempi è ancora il pilota Pramac in cima

291
MotoGP FP3 Austria

MotoGP FP3 Austria: Zarco sempre primo

MotoGP FP3 Austria. Termina questo sabato mattina il terzo turno di prove libere, svolto a partire dalle 9:55. Si tratta come sempre dell’ultima sessione buona a registrare un tempo buono per l’accesso diretto alla Q2. Il più veloce in questo turno è stato Pecco Bagnaia, con un tempo di 1:22.874. Questo crono è più lento del record della pista registrato da Zarco ieri di solo 47 millesimi. Di fatto, il francese è stato l’unico nelle FP3 a non migliorarsi, forse anche essendo già sicuro di un posto in Q2.

Chiude la top 3 della classifica combinata l’altro pilota transalpino: Fabio Quartararo. Anche lui riesce a stare sotto la soglia dell’1:23.000.

Honda ok, Binder unica KTM nei primi 10

Come nella giornata di ieri, le Honda portano 3 piloti su 4 nella top 10. Come sempre, le garanzie portano i nomi di Marc Marquez e Takaaki Nakagami, rispettivamente in P4 e in P8. Anche un Pol Espargarò molto in in ombra ieri riesce a metterci una pezza e concludere il turno proprio in decima posizione. In ritardo Alex Marquez: P16 per lui nella classifica finale combinata.

Ancora male le KTM: solo Brad Binder in Q2 (P9), per il resto troviamo Oliveira in P14, Lecuona in P17 e Petrucci penultimo in P19.

 

Miller meglio di ieri, Rossi in P15

Jack Miller riesce a fare un bel passo in avanti rispetto alla giornata di ieri, dove ha terminato in P17 il primo turno. Ora l’australiano è sesto, appena dopo l’ottimo Aprilia di Aleix Espargarò.

Jorge Martin, da poleman e vincitore del GP di Stiria, finisce con l’essere escluso (per ora) dalla Q2, finendo 13esimo in classifica finale. Per lui anche un caduta sul finire di queste FP3.

Un altro grande escluso dalla top 10 è Alex Rins, per ben un millesimo di secondo! Lui e Martin restano comunque probabilmente i due favoriti per il passaggio in Q2 tramite il primo turno di qualifica.

Valentino Rossi termina queste tre sessioni di prove libere col 15esimo tempo totale. Il Dottore ha dichiarato che lui e il team puntano a qualcosa di più della P13 conquistata in gara domenica scorsa. C’è da dire anche che il Red Bull Ring non è il tracciato più adatto alla Yamaha e quindi Rossi potrebbe trovare qualche difficoltà in questo senso.

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui