Coca Cola ritirata per rischio chimico, i dettagli

Coca Cola ritirata per rischio chimico, tutti i dettagli e il lotto incriminato ritirato dal commercio dal Ministero della Salute

Tempo di lettura: 1 Minuti
13289
Coca Cola ritirata per rischio chimico, i dettagli

Coca Cola ritirata per rischio chimico, i dettagli. Alcune bottiglie della famosa bevanda analcolica più gettonata e consumata al mondo sono state ritirate dal commercio per rischio chimico. Questa la motivazione fornita dal Ministero della Salute, alla quale fanno seguito le descrizioni relative al prodotto e, dunque: il lotto e la data di scadenza delle bottiglie incriminate. Attraverso questo articolo approfondiremo tutti questi dettagli e vi forniremo le indicazioni utili nel caso in cui acquistaste (o lo aveste già fatto) le confezioni presenti sugli scaffali dei supermercati.

Coca Cola ritirata per rischio chimico, il lotto del prodotto e tutti i dettagli

Alcune bottiglie di Coca Cola sono state ritirate dal commercio per rischio chimico. Il problema pare che si celi nell’etichettatura errata. Difatti, facciamo riferimento alle confezioni di Coca Cola Original Taste che, a differenza di come riportato, conterrebbero zuccheri e, invece di avere il tappo nero, presentano il tappo rosso. Si tratta di bottiglie in vetro da 1 litro in confezione da 6. Mentre, il lotto incriminato è L2207077N con data di scadenza 7 luglio 2023. La produzione è avvenuta all’interno dello stabilimento di Nogara (in provincia di Verona) della Coca-Cola HBC Italia s.r.l..

Il consiglio è, ovviamente, di non consumare il prodotto e, qualora ne foste in possesso, sarà opportuno contattare il numero verde 800.534.934. Questo affinchè si provveda alla successiva gestione delle confezioni in questione.

 

Fonte: Virgilio