Putin parla della guerra nucleare, le dichiarazioni

Putin parla della guerra nucleare, le dichiarazioni del presidente russo che evidenzia la sua contrarietà a scatenare tale conflitto

Tempo di lettura: 2 Minuti
8435
Putin e la guerra nucleare, le dichiarazioni

Putin parla della guerra nucleare, le dichiarazioni. Il presidente russo fa delle affermazioni importanti in merito a quello che potrebbe derivare dallo scoppio di una guerra nucleare. Lo stesso conferma la sua contrarietà nel giungere a un punto del genere che potrebbe essere definito – giustamente ‘ di “non ritorno”. Difatti, lo Putin ha asserito che in un conflitto nucleare non ci possono essere vincitori e che tale guerra non va mai scatenata; inoltre, pone l’accento sul fatto che la Russia sta rispettando in toto il Trattato di non proliferazione delle armi nucleari. Di seguito, l’approfondimento con le dichiarazioni del capo del Cremlino riportate dall’ANSA.

Putin parla della guerra nucleare, le dichiarazioni del capo del Cremlino e il rispetto del Trattato di non proliferazione delle armi nucleari

Il presidente russo, Putin, ha voluto esprimere la sua contrarietà nell’utilizzo di armi nucleari e, di conseguenza, dello scoppio di una guerra della medesima entità. Difatti, il capo del Cremlino ha asserito che un tale conflitto non genererebbe alcun vincitore e, dunque, ciò non dovrebbe essere mai scatenato.

“Non ci possono essere vincitori in una guerra nucleare e non dovrebbe mai essere scatenata”, in questo modo ha esordito Putin, a sua volta, citato dall’agenzia di stampa statale russa Tass e ripreso dall’ANSA. “Partiamo dal fatto che non ci possono essere vincitori in una guerra nucleare e non dovrebbe mai essere scatenata e – prosegue il capo del Cremlino – sosteniamo una sicurezza uguale e indivisibile per tutti i membri della comunità mondiale” ha evidenziato. Putin ha, infine, chiosato dicendo che “la Russia segue coerentemente la lettera e lo spirito del trattato” si riferisce al Trattato di non proliferazione delle armi nucleari. Successivamente, ha poi concluso in questo modo: “Anche i nostri obblighi derivanti dagli accordi bilaterali con gli USA sulla riduzione e limitazione delle armi rilevanti sono stati pienamente rispettati”. Una dichiarazione importante che tende a puntualizzare ed evidenziare le idee che, sin dal principio, sono state messe in campo dallo stesso presidente della federazione russa.

 

Fonte: ANSA



LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Controllo Anti Spam + 55 = 63