MotoGP gara Mugello: trionfa Quartararo, dietro di lui Oliveira e Mir

Una grande vittoria del Diablo lo porta a 26 punti di vantaggio rispetto a Bagnaia nella classifica mondiale

329
MotoGP Mugello gara
Fabio Quartararo sulla linea del traguardo

MotoGP gara Mugello: vittoria grandiosa per il Diablo

MotoGP gara Mugello. Finisce così il weekend del Gran Premio d’Italia. Questa domenica, che ha scosso tutto il mondo del motorsport per la tragica scomparsa di Jason Dupasquier, vede come suo mattatore Fabio Quartararo. Dopo aver preso la prima posizione grazie alla caduta di Pecco Bagnaia, ha duellato con Johann Zarco nei primi giri per prendersi la testa della gara, ma il Diablo ne aveva di più. Ha poi proseguito la corsa imponendo il suo ritmo martellante e mettendo al sicuro il suo primato.

KTM in grande spolvero, buona gara di Aleix Espargarò

Dopo un inizio di stagione davvero difficile, le KTM in questo weekend hanno compiuto dei vistosi passi avanti. Infatti, Miguel Oliveira sale sul gradino intermedio del podio, riuscendo a tenere a bada un Joan Mir (P3) in formissima. Appena dentro la top 5 anche il compagno di squadra del portoghese, Brad Binder. Anche le moto austriache del team Tech3 hanno migliorato le proprie prestazioni. Danilo Petrucci chiude in P9, mentre Iker Lecuona appena due posizioni indietro. Aleix Espargarò, con l’Aprilia, è autore di una buona gara. Chiude in P7 ad appena 8 secondi dal primo.

 

Male le Honda, Rins cade un’altra volta

Per Ducati non è stata sicuramente la migliore delle domeniche. L’unico che sembrava potesse giocarsi la vittoria con Quartararo, ovvero Pecco Bagnaia, cade dopo pochi chilometri dall’inizio della gara. Non mettono i piedi sul podio né ZarcoMiller, rispettivamente in P4 e in P6. Continua il periodo nero di Alex Rins, che cade per la quarta gara di fila, non raccogliendo ancora una volta punti. Il catalano stava conducendo una buona gara ma cade alla Bucine quando mancano 5 giri alla fine della corsa. Giornata davvero pesante per Honda: caduti Marc Marquez e Takaaki Nakagami; solo P12 per Pol Espargarò e P14 per Alex Marquez. Franco Morbidelli, coinvolto nell’incidente di Marc Marquez, arriva al traguardo solo in 16esima posizione. Il suo compagno di squadra, Valentino Rossi, mette una piccola pezza a un weekend davvero complicato e alla fine della gara risulta in P10. Enea Bastianini, invece, complice un goffo incidente nel warm up lap, non parte nemmeno per la corsa.

Di seguito la classifica finale della gara.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui