Campania zona gialla da lunedì 11 gennaio: cosa cambia per negozi, scuola e spostamenti

Da domani lunedì 11 gennaio la Campania diventerà zona gialla. Cosa cambierà di fatto?

1003
Campania-Zona-Gialla

Campania zona gialla, il Governatore De Luca detta le nuove regole. Nelle scorse ore, alla vigilia del ritorno in zona gialla, il governatore sembra abbia formato una nuova ordinanza. Di fatto, si tratta di un richiamo all’osservanza delle disposizioni di sicurezza per le attività commerciali, di ristorazione, svolgimento di eventi e tanto altro. Tutti gli esercenti e gli utenti di servizi, sono tenuti al rispetto delle fondamentali e generali norme di prevenzione sanitaria. Queste consistono nel distanziamento fisico, corretto utilizzo della mascherina e igienizzazione costante delle mani. Il governatore della Campania, inoltre, ha inviato alla massima prudenza e responsabilità.

Campania zona gialla il Governatore De Luca detta nuove regole

La Campania da lunedì 11 gennaio è inserita nella zona gialla Covid-19. Cosa vuol dire? La regione torna ad essere di colore giallo che rappresenta la fascia più moderata tra le tre, definite da un decreto della Presidenza del Consiglio dei ministri. Questa ogni 15 giorni confronta gli ultimi dati di monitoraggio sui contagi e sui vari sistemi ospedalieri regionali e definisce poi la situazione. Cosa succederà da domani, quindi in Campania? Sostanzialmente tutti i negozi saranno aperti, visto che prenderanno il via anche i saldi invernali 2021. I ristoranti potranno riaprire fino alle ore 18 e poi ancora solo per l’asporto fino alle ore 22. Ovviamente sarà sempre garantita la consegna a domicilio. Le stesse regole saranno valide per le gelaterie e le pasticcerie.

Scuola e zona gialla

Da domani, lunedì 11 gennaio, riaprono le scuole. Ci sarà scuola in presenza per le materne, prima e seconda elementare. Tutte le altre invece non torneranno a scuola ma faranno didattica a distanza. Restano chiuse le università tranne qualche specifica attività per le matricole e per i laboratori. Un’ordinanza firmata dal Presidente Vincenzo De Luca prevede il riesco a scuola delle primarie terze, quarte e quinte per il 18 gennaio. Le scuole secondarie superiori dovrebbero tornare in aula invece dal 25 gennaio.

Limiti a spostamenti

Continuano a restare in atto i limiti agli spostamenti interregionali. Di fatto sono vietati gli spostamenti in entrata ed in uscita tra le regioni diverse o province autonome. Resta il coprifuoco dalle ore 22 alle ore 5. Il Governatore De Luca, ricorda le prescrizioni anti-Coronavirus. Tutti gli utenti ed esercenti «sono tenuti al rispetto delle fondamentali e generali norme di prevenzione sanitaria, consistenti nel distanziamento fisico, nel corretto e continuo utilizzo della mascherina e nell’igiene costante ed accurata delle mani, e alla stretta osservanza di ogni ulteriore comportamento di massima prudenza e responsabilità».

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui