Vaccino Covid Italia, ecco quando sarà disponibile e come funzionerà

Ieri è stato somministrato il primo vaccino europeo in Gran Bretagna, quando toccherà all’Italia?

508

Vaccino Covid Italia, quando arriverà?

Dopo che ieri in Gran Bretagna è stata somministrata la prima dose di Vaccino Anti Covid prodotto dalla Pfizer ad una signora di 91 anni, tutti si chiedono quando arriverà il vaccino anche in Italia.

In Gran Bretagna entro fine mese 4 milioni di persone dovrebbero essere già vaccinate, ed è il primo paese europeo che ha dato il via libera senza aspettare il parere dell’ Ema; ogni Stato infatti può ricorrere all’approvazione d’emergenza senza aspettare il nullaosta dell’Agenzia regolatoria europea per i medicinali. Nonostante ciò, a parte la Gran Bretagna, praticamente tutti gli Stati Europei hanno preferito aspettare, tranne poche eccezioni come la Russia; la Russia infatti qualche giorno fa ha avviato la somministrazione gratuita del vaccino Sputnik V, sperimentato da 40mila soldati volontari e autorizzato con una procedura autonoma.

Vaccino Covid Italia, quando?

L’Ema sta finendo di valutare e dare autorizzazione per i vaccini Pzifer e Moderna. In teoria dopo il 12 gennaio inizierà la distribuzione dei farmaci ai Paesi dell’Ue.

Entro la fine di marzo, secondo gli accordi, l’Italia dovrebbe avere 28 milioni di dosi, sufficienti per garantire la profilassi a 6,5 milioni di italiani appartenenti alle categorie più “urgenti”. Priorità quindi a operatori sanitari e anziani sopra gli 80 anni. Successivamente con l’arrivo di altre dosi si darà priorità ai cittadini tra i 60 e i 79 anni, cittadini con almeno una malattia cronica, insegnanti, lavoratori di servizi essenziali e carceri.

L’Italia ha acquistato in tutto 202 milioni di dosi, sufficienti a vaccinare ogni cittadino 2 volte e tenere delle scorte; quindi in realtà il vaccino è disponibile per tutti i cittadini, e tra il terzo e il quarto semestre del 2021 secondo le previsioni la maggior parte degli italiani sarà protetto.

Il vaccino sarà facoltativo e per le prenotazioni si pensa ad un’app

La campagna di vaccinazione Covid sarà facoltativa e su base volontaria. Nessun obbligo quindi, anche se per alcune categorie sarà “fortemente consigliato”. Per prenotarsi probabilmente si userà un’app, come spesso accaduto negli ultimi tempi per altre iniziative di Stato come il Cashback o il bonus mobilità. Tramite quest’app, ancora in fase di realizzazione, sarà possibile non solo prenotarsi ma anche monitorare eventuali reazioni avverse con un sistema di farmacovigilanza; l’app inoltre dovrebbe essere in grado di mandare anche l’avviso sulla data del richiamo, offrendo un servizio rapido ed esaustivo al paziente.

Da specificare che in questa prima fase il vaccino sarà totalmente gratuito e pertanto non saranno in vendita le fiale in farmacia. L’unico modo per potersi vaccinare quindi sarà proprio prenotarsi tramite l’app.

PER RIMANERE AGGIORNATO SU TUTTE LE NOTIZIE E GLI AGGIORNAMENTI SPORTIVI IN TEMPO REALE SEGUICI SUL GRUPPO TELEGRAM CLICCANDO QUI !!!!!!!

 

 

 

3 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui