Olimpia Milano, avanti tutta su due giocatori

La società meneghina cerca di anticipare la concorrenza su due atleti della nazionale azzurra, andiamo a vedere tutti i dettagli.

Tempo di lettura: 2 Minuti
2185

Olimpia Milano, avanti tutta su due giocatori. Tempo di primi approcci nel basket mercato con vista sulla stagione sportiva 2023/24. Come abbiamo spiegato qualche giorno fa, in casa biancorossa il vero punto interrogativo è la permanenza di Ettore Messina, legata in qualche modo all’esito della corsa tricolore. Non potendo aspettare la decisione del coach catanese, il general manager Christos Stavropoulos ha cominciato la costruzione del prossimo roster in maniera indipendente. Seguendo ad ogni modo i consigli e le indicazioni dell’attuale allenatore. Indeciso se rilanciare la sfida meneghina, passare stabilmente dietro la scrivania per onorare l’ultimo anno di contratto o scegliere una nuova avventura professionale. Scelta che sarà rispettata dalla proprietà, la quale tifa per una prosecuzione dell’avventura in comune.

Olimpia Milano, avanti tutta su due giocatori : la rivalità con la Virtus Bologna

Sono anni nei quali la rivalità con la Virtus Bologna sta tracimando su più piani, compresi quelli del basket mercato. Dove la caccia ai migliori giocatori italiani è obiettivo comune. La regola prevede la presenza a referto di sei giocatori fissi nati in Italia. E la caccia è partita da mesi, con le due società che inevitabilmente rivaleggiano sugli stessi obiettivi. Ma la società milanese sembra avere conquistato un discreto margine di vantaggio nel gradimento di due giocatori in particolare, seguiti da un paio di anni dallo scouting. Elementi che sono ritenuti pronti per un impatto positivo in una realtà complessa come quella dell’Olimpia Milano, dove il risultato a tutti i costi la fa da padrone. In barba alla programmazione, con giocatori lasciati andare irresponsabilmente, tipo Simone Fontecchio che oggi fa la sua figura agli Utah jazz, dopo essere passato dalla Germania.

Olimpia Milano, avanti tutta su due giocatori : John Petrucelli e Guglielmo Caruso

Il primo nome “italiano” sul taccuino Olimpia è quello di John Petrucelli. Classe 1992, ala piccola di 1.93 cm per circa 85 kg, nato a Hicksville (New York) e in possesso del doppio passaporto. Attualmente è in forza alla Leonessa Germani Brescia, con la quale ha vinto la recente edizione della Coppa Italia dando un contributo decisivo per la conquista del trofeo. Ha un contratto fino al 30/06/2024 con una escape in caso di chiamata da parte di un club partecipante all’Euro League. Può giocare anche da guardia e soprattutto in difesa è un fattore per come difende duro. Ha punti nelle mani, viaggia alla media di 16.3 punti in Lega Basket Italia e 9.6 in Euro Cup.

L’altro giocatore nel mirino è il pivot Guglielmo Caruso, già nel giro azzurro. Centro di 2.08 cm per quasi 110 kg, passato dalla Ncaa con i Santa Clara Broncos. Attualmente nel roster della Pallacanestro Varese, piace per la mano delicata e la bravura ai rimbalzi. Nato a Napoli il 03/07/1999 è dotato anche di un carattere forte, non molla mai :  perfetto per le Scarpette Rosse. I contatti con la dirigenza varesina sono a buon punto, il cestista potrebbe vestirsi di biancorosso al termine dell’annata sportiva in corso di svolgimento.