Allarme emergenza sanitaria, catastrofe alle porte

Allarme emergenza sanitaria, la catastrofe è alle porte e quello che accadrà potrebbe portare alla morte di migliaia di persone

Tempo di lettura: 2 Minuti
17213
Allarme emergenza sanitaria, catastrofe alle porte

Allarme emergenza sanitaria, catastrofe alle porte. Le prospettive di un imminente e catastrofico futuro sono sempre più nere, ancor di più se l’allarme viene emanato da chi ci vuole mettere in guardia. Una situazione angosciante e alquanto preoccupante che farà sollevare numerosi polveroni e che provocheranno ingenti problemi anche di natura sanitaria. Il tutto sarà concatenato e risulterà piuttosto complicato poter far fronte a queste impellenti esigenze alle quali sarà impossibile replicare in modo tempestivo. Molte persone soffriranno, ci sarà una vera e propria carestia e in migliaia perderanno la vita a causa di quello che ci attende. Di cosa stiamo parlando? Del peggior scenario che attende gran parte dell’Europa e, in particolar modo, le classi sociali più deboli e bisognose. Vi spiegheremo tutto attraverso questo approfondimento, riportandovi le testuali parole di Matthew Taylor, leader della NHS Confederation e riportate da L’Antidiplomatico.

Allarme emergenza sanitaria, la catastrofe alle porte dell’Europa narrata da Matthew Taylor

Le famiglie saranno allo stremo e, nel giro di un anno, decine di migliaia di persone in più potrebbero perdere la vita. Un allarme che evidenzia l’emergenza sanitaria che, molto presto, saremo costretti ad affrontare. Ovviamente, per comprendere al meglio quello di cui stiamo parlando, sarà necessario riportare fedelmente quanto dichiarato dal leader della NHS Confederation, Matthew Taylor.

In primis, su L’Antidiplomatico si legge: “La crisi del costo della vita creerà un “numero senza precedenti di persone che non saranno in grado di riscaldare le proprie case”. Con tante persone che si troveranno davanti alla scelta tra saltare i pasti per riscaldare le loro case o vivere in condizioni di freddo e umidità quest’inverno”.

Queste, invece, le dichiarazioni di Taylor alla BBC: “Le ricerche suggeriscono che il mancato riscaldamento delle nostre case può contribuire a circa 10.000 morti in più all’anno. Se non facciamo qualcosa per aiutare le persone a sostenere i costi energetici, ci sarà un numero senza precedenti di persone che non saranno in grado di riscaldare le loro case. Quindi questo avrà un effetto importante in termini di persone più malate, ma anche in termini di aumento della domanda – e ancora – Questo a sua volta potrebbe portare a epidemie di malattie e malesseri in tutto il Paese, ampliando le disuguaglianze sanitarie, peggiorando le possibilità di vita dei bambini e lasciando una cicatrice indelebile nelle comunità locali”.

Questi focolai di malattia colpiranno “proprio mentre il Servizio sanitario nazionale rischia di vivere l’inverno più difficile mai registrato”, ha aggiunto Taylor.

Infine, appare doveroso rivelare che simili scenari si prevedono anche in Italia!

 

Fonte: L’Antidiplomatico



LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Controllo Anti Spam 59 + = 60