MotoGP FP3 Aragon: Quartararo in testa, Rossi fuori dalla Q2

Si chiudono le prove libere della MotoGP utili al passaggio diretto alla Q2. Dalle 14 le qualifiche

Tempo di lettura: 2 Minuti
858
MotoGP FP3 Aragon

MotoGP FP3 Aragon: Quartararo il più veloce

MotoGP FP3 Aragon. Finiscono con queste FP3 i turni a disposizione dai piloti MotoGP per entrare direttamente alla Q2. Quartararo, nonostante non sia sembrato dominante come al solito nell’arco dei turni di prove, alla fine riesce a mettere su un gran tempo ed è il più veloce a fine giornata. Per lui il crono dice 1:46.926.

Staccato di pochissimo c’è Aleix Espargarò, che è più lento del francese di soli 23 millesimi di secondo.

Ancora dietro Mir (P3) e Bagnaia (P4), a registrare 4 moto diverse nelle prime 4 posizioni. Chiude la top 5 l’altra Ducati ufficiale, quella di Jack Miller.

MotoGP FP3 Aragon: Ducati si riconferma al top, KTM malissimo

La Ducati, alla luce di questi turni di prova, sembra la moto che meglio riesce a trovarsi su questo circuito. Come passo gara, forse Quartararo rimane il migliore, però non vedevamo tante Ducati così in alto da un bel po’. Ben 4 piloti su 6 all’interno della top 10, con Bastianini che addirittura si mette prima di Zarco, lasciandolo appena fuori dai primi 10. Il pilota francese del team Pramac rimane comunque tra i favoritissimi per il passaggio alal Q2 passando per il primo turno di qualifica. L’unica Ducati attardata, purtroppo, è quella di Luca Marini, solo 20esimo.

Chi è in grosse difficoltà sono le KTM. Un Oliveira non in formissima è il miglior pilota della casa austriaca, e non riesce ad andare più in là della 13esima posizione. Per il resto: Binder con la P18, Lecuona P19 e Petrucci (che addirittura non ha migliorato il tempo di ieri) P21.

 

Rossi, un piccolo passo in avanti

Valentino Rossi termina il turno in 15esima posizione e dovrà necessariamente partecipare alla Q1. Nonostante questo, si è visto qualche piccolo miglioramento rispetto alla pesante giornata di ieri. Oggi, infatti, è rimasto nei primi 10 per qualche minuto, prima di essere scavalcato in classifica da altri piloti. Ma soprattutto, il gap che lo distanzia dalla testa è passato da essere un secondo a 6 decimi.

Seppur non gli ha consentito di avvicinarsi davvero alla top 10, questo passettino in avanti di Rossi conferma la voglia e la mentalità che il pilota di Tavullia ci mette, anche in una pista dove storicamente ha faticato sempre un pochino.

 

 



E secondo voi? Quartararo rimane il favorito anche di questo Gran Premio? O magari una Ducati potrebbe fare il colpaccio? Commentate, condividete e passate dal nostro canale Telegram: https://t.me/joinchat/SHcdBxdDZQadIvhwJlgbYA

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Controllo Anti Spam 7 + 2 =