Matteo Berrettini cerca l’impresa contro Djokovic

Il serbo è però a tre passi dal Grande Slam

557

Matteo Berrettini è alla ricerca della grande impresa, nei quarti di finale dell’US Open. Nel corso dei quali affronterà quel Nole Djokovic che lo ha già sconfitto nella finale di Wimbledon. E che, soprattutto, è a sua volta ad appena tre vittorie da uno storico Grande Slam.
La gara si giocherà nella notte, sul campo Artur Ashe di Flushing Meadows, con il tennista romano chiamato ad andare oltre i suoi limiti per poter accarezzare il sogno di tornare a disputare la semifinale del torneo statunitense, dopo quella del 2019.
Basta del resto dare un’occhiata ai due precedenti di quest’anno, a Parigi e Wimbledon, per capire come il compito di Berrettini si prospetti in effetti molto complicato. In entrambe le occasioni il suo rivale ha impiegato quattro set per piegarne la resistenza e porre le basi per l’ultimo assalto. Nel corso del quale Djokovic avrà la possibilità di conquistare il suo quarto successo a Flushing Meadows, ove non si afferma dal 2018. Centrando quindi il suo 21° Slam. Per effetto del quale staccherebbe Roger Federer e Rafael Nadal, come lui fermi per ora a 20.

Auger-Aliassime e Medvedev sono i primi due semifinalisti

Mentre gli appassionati italiani si apprestano a vivere l’attesa sfida tra Berrettini e Djokovic, gli Open statunitensi salutano i primi due semifinalisti. Dopo il russo Medvedev, vittorioso su Van de Zandschulp in quattro set, il canadese Auger-Aliassime ha approfittato dei guai fisici di Carlos Alcaraz per staccare l’ambito pass per il penultimo atto.
Il diciottenne iberico ha infatti dovuto alzare bandiera bianca nel secondo set, quando si trovava sotto per 3-1 e aveva già perso il primo. Dopo aver avvertito un fastidio alla coscia già fasciata, Alcaraz ha chiesto l’intervento del fisioterapista, il quale non ha potuto fare altro che certificare l’impossibilità da parte di Alcaraz di proseguire la gara senza rischiare guai più seri. Permettendo in definitiva a Auger-Aliassime di risparmiare forze per il successivo impegno.

Sono laureato in Lettere e Filosofia alla Sapienza di Roma, con una tesi sul confine orientale d'Italia alla fine della Prima Guerra Mondiale. Ho collaborato con svariati siti su molte tematiche e guidato il gruppo di lavoro che ha pubblicato il CD-Rom ufficiale della S.S. Lazio "Storia di un amore" e "Storia fotografica della Magica Roma".

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui