MotoGP, Ciabatti: “Dovizioso? Da capire se ci sono le motivazioni giuste”

Le parole del direttore sportivo Ducati in vista della prima gara di Moto GP della stagione.

0
110

Domenica avrà luogo la prima gara di stagione della MotoGP. Ecco quanto dichiarato dal direttore sportivo Ducati, Paolo Ciabatti.

Le parole di Paolo Ciabatti

Intervenuto ai microfoni di Sky Sport, il direttore sportivo della Ducati, Paolo Ciabatti, ha parlato del futuro di Andrea Dovizioso. A tal proposito ha dichiarato: “Abbiamo raggiunto un accordo con Andrea per riadeguare il 2020, ci siamo presi qualche gara per poter poi discutere del futuro. Sia per lui sia per noi, vista la situazione, credo che aspettare i risultati delle prime gare e soprattutto le sue sensazioni sulla moto sia il miglior modo per sedersi e poi discutere cosa fare”.

Per poi aggiungere: “Non dobbiamo valutare lui. Questi mesi di lontananza dai GP hanno fatto fare a tutti qualche riflessione in più, in queste settimane vista la ripresa del Campionato ci sarà maggior serenità da entrambi le parti, Andrea si renderà conto quanto gli piaccia andare in moto, questo lo aiuterà a trovare un accordo per il futuro. Non è una questione di valutare Andrea, lui non è messo in discussione, si tratta di capire se ci siano tutte le motivazioni giuste per continuare questa storia che va avanti da 8 anni con ottimi risultati”.

Guido Meda quindi aggiunge: “L’ideale secondo me sarebbe che quando Dovizioso vince, sperando vinca tanto con la vostra moto, dicesse ‘Bravo io, ma che grande moto che abbiamo’, e che Ducati dicesse: ‘Bella la nostra moto, ma che grande pilota che abbiamo’, forse dirselo un po’ di più… È una strada che trasforma piano piano la forma in una sostanza che poi diventa una miscela vincente quanto serena”. Con Ciabatti che ha replicato: “Sono d’accordo“.

Le parole di Andrea Dovizioso

A sua volta Dovizioso, prima dei test ha dichiarato: “Finalmente è giunto il momento che tutti noi piloti stavamo aspettando da mesi. Inizia il mondiale e questa è una grande notizia per tutti! Dopo l’operazione alla clavicola ho continuato a lavorare duramente per cercare di arrivare in forma all’appuntamento di Jerez. Mi sento abbastanza bene, le mie sensazioni sono positive, ma finché non salgo in sella alla Desmosedici GP non saprò esattamente quali sono le mie reali condizioni”.

Per poi aggiungere: “Dovremo abituarci al caldo di Jerez e visto il calendario così corto sarà ancora più importante essere costanti e non commettere errori. In ogni caso, poter rivedere la squadra e poter gareggiare è ciò che desidero di più in questo momento! Che l’azione abbia inizio!”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui