Nazionale Calcio, verso la Nations League

Il ct Roberto Mancini studia la lista dei convocati per le partite contro Inghilterra e Ungheria

Tempo di lettura: 3 Minuti
400
Roberto Mancini allenatore della Nazionale

Nazionale Calcio, verso la Nations League. Tornano gli azzurri, con il doppio impegno previsto contro Inghilterra e Ungheria. Test importanti, che dovrebbero permettere al ct Roberto Mancini di cominciare a formare il gruppo che affronterà la fase di qualificazione ai prossimi europei. Il sogno è quello di bissare il successo di Wembley 2021. Il campionato europeo di calcio 2024 o UEFA EURO 2024, noto anche come Germania 2024, sarà la 17ª edizione del campionato europeo di calcio. Dopo l’edizione itinerante del 2020, torna a essere organizzato da un solo Paese ospitante, che sarà la Germania. La partita contro l’Inghilterra sarà disputata a Milano. Il match verrà disputato a porte chiuse come stabilito già da mesi dall’Uefa dopo i disordini che si erano registrati al Wembley Stadium di Londra in occasione della finale europea dell’anno scorso, quando a contendersi il titolo erano sempre gli Azzurri e i Three Lions.

Nazionale Calcio, verso la Nations League. Gli addii alla maglia azzurra e la questione oriundi

Hanno lasciato la maglia azzurra Giorgio Chiellini e Salvatore Sirigu per via dell’età. Anche Antonio Candreva e Fabio Quagliarella non sono più parte della famiglia azzurra. Dovrebbero invece continuare Francesco Acerbi e Alessandro Florenzi (attualmente infortunato, tornerà a gennaio). La questione oriundi è stata dibattuta in questi giorni fra staff tecnico e federazione. La voglia di verdeoro di Gleison Bremer e Roger Ibanez ha fatto capire che forse è necessario affidarsi a giocatori nati effettivamente in Italia. Le altre federazioni adesso stanno attente a non concedere i naturalizzati, piuttosto li convocano e gli fanno giocare partite ufficiali per toglierli dal giro.

Nazionale Calcio, verso la Nations League. Le tentazioni del ct Roberto Mancini

Il gruppo azzurro è atteso da un profondo e necessario rinnovamento, rispetto alla rosa campione d’Europa. Da quest’anno il ct ha deciso che chi non ha un impiego costante nel club non è eleggibile alla causa. Discorso che vale anche per i portieri, Alessio Cragno è a rischio: fa il secondo portiere al Monza. Ferma restando la titolarità di Gianluigi Donnarumma, ci sarà Alex Meret titolare al Napoli. Le tentazioni riguardano Ivan Provedel (Lazio) e Wladimiro Falcone (Lecce). In difesa Di Lorenzo assumerà i galloni di vice capitano e alle sue spalle dovrebbe esserci Davide Calabria (Milan). I centrali saranno il capitano Leonardo Bonucci (Juventus), Alessandro Bastoni e Francesco Acerbi (Inter). Il quarto centrale sarà scelto fra Federico Gatti (Juventus), Gianluca Mancini (Roma) e Alex Ferrari (Samopdoria). Mentre a sinistra l’intoccabile è Leonardo Spinazzola (Roma), poi il buio. Chance a Luca Pellegrini (E.Francoforte) e Cristiano Biraghi (Fiorentina). A centrocampo spazio a Marco Verratti (Psg), Bryan Cristante (Roma), Manuel Locatelli (Juventus), Sandro Tonali (Milan), Nicolò Barella (Inter). Il ct valuta gli ingressi di Fabio Miretti e Nicolò Fagioli (Juventus). In attacco comincerà l’era di Gianluca Scamacca (West Ham). Al vaglio la posizione di Ciro Immobile e Andrea Belotti (ne sarà scelto solo uno). Ipotesi Lorenzo Lucca (Ajax). Per gli esterni offensivi rientra Nicolò Zaniolo (Roma), Domenico Berardi è infortunato. Spazio a Matteo Politano (Napoli), Wilfried Gnonto (Leeds) e Riccardo Sottil (Fiorentina). Il ct deciderà a breve.

 

 

 



LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Controllo Anti Spam + 64 = 71