Lombardia zona rossa da domenica 17 gennaio 2021: cosa si potrà fare?

La Lombardia da domani, domenica 17 gennaio 2021 torna ad essere rossa. Cosa non si potrà fare?

619
lombardia zona rossa da domenica 17 gennaio

Lombardia zona rossa da domenica 17 gennaio. A partire da domani cosa cambierà? Cosa si potrà fare e cosa no? Ufficialmente, da domani domenica 17 gennaio 2021 la Lombardia, così come la Sicilia del resto torna ad essere zona rossa. E’ questa la nuova misura adottata dal governo, per cercare di contenere l‘epidemia da Covid-19 nel nostro paese. A partire da domani, inoltre, scattano i cambi di colore per il rischio Covid-19 in tutta la penisola italiana, Provincia di Bolzano, Sicilia e Lombardia appunto che diventano rosse. Passano invece in arancione Abruzzo, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Marche, Piemonte, Puglia, Umbria e Valle d’Aosta. Restano arancioni Calabria, Veneto ed Emilia-Romagna. Soltanto 5 regioni sono in zona gialla, ovvero Molise, Basilicata, Campania, Sardegna, Toscana e provincia autonoma di Trento.

Lombardia zona rossa da domenica 17 gennaio

E’ stato emesso nelle scorse ore un nuovo decreto che sarà valido fino al prossimo 15 febbraio 2021. Questo di fatto rende effettivo il divieto già in vigore di ogni spostamento tra Regioni o Province autonome diverse. Si ci potrà spostare soltanto per comprovate esigenze lavorative, necessità o motivi di salute ed in questo caso bisognerà esibire l’autocertificazione. Sarà consentito il rientro presso la propria abitazione, domicilio o residenza. In Lombardia, inoltre, a partire da oggi sabato 16 gennaio fino al prossimo 5 marzo, è consentito spostarsi dalla propria abitazione, un massimo di 2 persone per andare presso un’altra abitazione privata abitata. Il tutto tra le 5 e le 22.00. Le persone potranno portare con se i figli minori di 14 anni o persone disabili o non autosufficienti che convivono con loro.

Le regole in vigore nella zona rossa

I bar ed i ristoranti potranno effettuare l’asporto che sarà fino alle ore 18.00 per i primi e fino alle 22.00 per i secondi. Rimangono aperti gli autogrill ovviamente lungo le autostrade ed anche i bar presenti nelle stazioni e negli aeroporti. Chiusi tutti i negozi, ad eccezione dei generi alimentari, farmacie, parafarmacie, tabaccai, edicole, parrucchieri e barbieri. Rimangono aperte anche le lavanderie, i negozi di ferramenta e di informatica, i negozi di abbigliamento o giocattoli per bambini, profumerie, ottici, fiorai, cartolerie, pompe funebri e distributori automatici. Chiusi i centri commerciali, all’interno dei quali resteranno aperti solo alimentari, tabaccai, parafarmacie e farmacie.

Sport

Non si potrà fare alcuno sport, se non attività motoria all’aperto o in forma individuale. Si potrà fare jogging oppure andare in bici, ma sempre da soli. Restano comunque in atto le limitazioni agli spostamenti dalle ore 22 fino alle ore 5. Non ci si potrà spostare nemmeno all’interno del proprio comune di residenza, se non per motivi di salute, lavoro o necessità. Vediamo però più nel dettaglio che cosa si potrà fare e cosa invece sarà vietato.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui