L’Inter cala il poker. Contro la Roma una prova di carattere

316

L’Inter come un rullo compressore. La formazione di mister Simone Inzaghi ha superato anche la prova contro la Roma. Giallorossi rinvigoriti dall’arrivo di Daniele De Rossi in panchina hanno tenuto testa un tempo alla corazzata nerazzurra. Lautaro e compagni hanno lasciato una buona parte del primo tempo al gioco della Roma. Capitolini che sono riusciti a pareggiare la rete iniziale di Acerbi e poi portarsi in vantaggio nel finale di tempo con Stefan El Shaarawy. Ma nella ripresa l’Inter è cambiata, è stato un fiume in piena che ha messo a segno tre reti che le hanno consentito di vincere 2-4. Una vittoria meritata che ha confermato la forza dei nerazzurri capaci di soffrire e di rialzarsi allo stesso tempo.

Un secondo tempo straordinario che ha distrutto la Roma

Quinta vittoria di fila per la squadra di Inzaghi, che passa 2-4 all’Olimpico e si porta a +7 sulla Juventus, in campo domani con l’Udinese. Nerazzurri con una partita da recuperare, quella con l’Atalanta. Ma a fare notizia è sicuramente il secondo tempo dell’Inter, cha va all’intervallo sotto di 2-1. Ma poi nella ripresa ecco che arriva la contro-rimonta in avvio, è subito Thuram che fa 2-2, poi lo sfortunato autogol di Angelino. Il Palo con una giocata straordinaria di Pavard e la chiude Bastoni al 93’.

Ma la Roma ha giocato bene, De Rossi: “Orgoglioso dei miei ragazzi”

Nonostante la pesante sconfitta la Roma è uscita a testa alta contro la capolista. “Io penso che ci sono tante risposte positive da questa partita. Se vogliamo giocare alla pari con l’Inter – dichiara De Rossi – non possiamo mai abbassare il livello, perché loro sono bravi e poi ti castigano. Le partite si vincono tutti insieme. Abbiamo abbassato il livello rispetto al primo tempo. L’Inter ha vinto e non ha rubato nulla, dobbiamo migliorare sotto diversi aspetti per arrivare al loro livello”.