Juve-Benfica, Allegri: “Le assenze pagano. Bisogna stare zitti e lavorare”

Il commento del tecnico bianconero al termine della gara contro il team portoghese

Tempo di lettura: 2 Minuti
631
Allegri Juve

Massimiliano Allegri, tecnico della Juve, è intervenuto in un’intervista esclusiva ai microfoni di Prime Video per commentare il match contro il Benfica, valevole per la fase a gironi di Champions League, terminato all’Allianz Stadium con il risultato di 1-2.

A sbloccare la partita Milik che, dopo 4 minuti, sorprende Vlachodimos insaccando il pallone in rete. Dopo un asfissiante pressing bianconero per 10′, sul finire del primo tempo Joao Mario riapre i giochi grazie ad un rigore causato da un pestone di Miretti ai danni di Goncalo Ramos. Nella ripresa, in seguito ad un inspiegabile blackout degli uomini di Allegri, gli ospiti riescono a prendere il sopravvento e a ribaltare tutto. Al minuto 55, infatti, David Neres approfitta di una respinta e spiazza Perin, siglando così il gol del 1-2. Nonostante le poche occasioni create per pareggiare, la Juve rimedia la seconda sconfitta consecutiva in questa fase a gironi. Nessuna gestione del vantaggio, nessuna idea, nessuna personalità, zero punti in classifica e ora la strada è tutta in salita.

Le dichiarazioni di Allegri

“Abbiamo giocato bene per 20 minuti poi dopo ci siamo ritirati. Non abbiamo difeso bene e abbiamo concesso qualche tiro. Il rigore mentalmente ci ha tagliato le gambe, bisogna solo stare zitti e lavorare. Riprendere in campionato e soprattutto in Champions. Mancano giocatori al momento quindi bisogna lavorare con serenità e con responsabilità, le difficoltà possono esserci. Fisicamente abbiamo pagato tanto perché abbiamo giocato tante partite, ma l’unica cosa che conta è che abbiamo tanto da fare e bisogna chiudere al meglio questa prima parte. Non mi sento a rischio esonero, questi momenti fanno parte del calcio. Bisogna accettarli. Come gruppo stiamo facendo un buon lavoro, è normale che le aspettative siano alte ma è anche vero che ci sono molte assenze. C’è bisogno di tutta la squadraconclude il tecnico bisogna solo stare zitti e lavorare”.

LEGGI ANCHE

Mauro Icardi papà per la terza volta? Wanda Nara rompe il silenzio

Lukaku e Lautaro, è nata così: tutta la storia sulla relazione amorosa tra i due interisti

WORLD CUP 2022 DI CALCIO DA TAVOLO: IL SORTEGGIO DEI GIRONI IN DIRETTA STREAMING

SEGUICI SU FACEBOOK|TWITTER



LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Controllo Anti Spam 4 + = 12