Rischio chimico patatine ritirate, ecco la marca

Rischio chimico patatine ritirate dal commercio, ecco la marca e il motivo che ha fatto scattare l’ennesima allerta alimentare

Tempo di lettura: 2 Minuti
3164
Famose patatine ritirate, ecco la marca

Rischio chimico patatine ritirate, ecco la marca. Tutti i lotti di una nota marca di patatine sarebbero stati ritirate dal commercio facendo scattare, in questo modo e per l’ennesima volta, una nuova allerta alimentare. Le patatine, ovvero, uno dei prodotti più consumati al mondo e che, attraverso una nota ufficiale divulgata dal Ministero della Difesa, sono rientrate nella lista di tutti quegli alimenti che sono stati ritirati nel corso degli ultimi mesi. Ribadiamo il fatto che trattasi di una nota marca, famosa a livello internazionale e, per buona sorte, non interessa le patatine nella tipologia “classica” (molto consumata e gettonata da adulti e bambini). Ma scopriamo insieme quale tipologia e qual è il marchio finito sotto i riflettori, ma, soprattutto, qual è il motivo che ha indotto il Ministero a questo “severo” richiamo.

Rischio chimico patatine ritirate: il motivo, il marchio e la tipologia di prodotto

Tortilla chips, è questa la tipologia di patatine ritirata dal commercio (sono stati coinvolti tutti i lotti). Parliamo di un prodotto a base di mais, dalla forma triangolare e di origini messicane che  fa parte della cucina “Tex Mex”. Lo stabilimento di produzione (delle patatine in questione) si trova in Belgio, commercializzato per il marchio Santamaria di origini svedesi. Un prodotto biologico che è stato richiamato su vasta scala, difatti (come accennato prima) non vengono richiamati alcuni lotti, ma tutti. Dunque, ogni lotto è potenzialmente coinvolto in questa nuova allerta alimentare, senza date di scadenza specificate. Inoltre, vi riveliamo che il nome del produttore è Snack Food Poco Loco NV. Invece, il nome delle patatine in commercio è Tortilla Chips Salted Biologiche. Le confezioni sono di colore verde con l’immagine che rappresenta il prodotto del peso di 125 grammi. Il motivo del richiamo è legato alla sospetta presenza di alcuni alcaloidi. Perciò si consiglia di non consumare il prodotto in questione e di restituirlo presso il punto vendita in cui è stato acquistato.

 

Fonte: Ecoo



LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Controllo Anti Spam 71 + = 78