Giro d’Italia 2022, il punto dopo la terza tappa

Ieri giornata di riposo per la carovana, l’olandese Van der Poel in rosa

223
Vincenzo Nibali-Astana
Tempo di lettura: 3 Minuti

Giro d’Italia 2022, il punto dopo la terza tappa. L’edizione numero 105 del Giro d’Italia è partita da Budapest (Ungheria), tappa vinta dal fenomeno Mathieu Van der Poel. Che ha mantenuto il primato anche dopo la seconda tappa (cronometro) e la terza (arrivo per velocisti, vinta da Cavendish). L’obiettivo del ciclista belga è di arrivare fino alla tappa conclusiva di Verona, possibilmente da trionfatore. Dopo la classica giornata di riposo osservata ieri, oggi la carovana ciclistica riparte con la tappa Avola-Etna (Rifugio Sapienza), primo arrivo in salita: 22,8 km pendenza al 6%, massimo 14%. Ovviamente i favoriti per la vittoria sono gli scalatori del gruppo, con il siciliano Vincenzo Nibali in testa. Fari puntati sull’ecuadoriano Richard Carapaz e sul britannico Simon Yates. L’ultimo a vincere sull’Etna, nel 2019, è stato un altro ecuadoriano: Jonathan Caicedo. Maglia rosa a rischio per il leader in maglia rosa, il corridore della Alpecin-Fenix non è uno scalatore di razza.

Giro d’Italia 2022, il punto dopo la terza tappa. La classifica e i favoriti alla vittoria finale.

Dopo la terza tappa, la classifica è la seguente: 1. Van der Poel (Ola) , 2. Yates (Gb) a 11″, 3. Dumoulin (Ola) a 16″, 4. Sobrero (Ita) a 24″. Oggi la classifica verrà presumibilmente stravolta, dato che Van der Poel e Dumoulin soffrono gli arrivi in salita. Sarà il primo vero banco di prova per i favoriti alla vittoria finale: Carapaz (Ecu), Yates (Gb), Mollema (Ola), Romain Bardet (Fra), Pello Bilbao (Spa), Wilco Kelderman (Ola), Guillaume Martin (Fra), Joao Almeida (Por) e Vincenzo Nibali (Ita). Le tappe di montagna faranno la differenza: Isernia-Blockhaus (sesta tappa), Santena-Torino (undicesima), Rivarolo Canavese-Cogne (dodicesima), Salò-Aprica (tredicesima), Ponte di Legno-Lavarone (quattordicesima), Belluno-Marmolada (sedicesima) e anche la crono finale di Verona potrebbe essere decisiva.

Giro d’Italia 2022, il punto dopo la terza tappa. Le chance degli italiani.

La truppa tricolore è capeggiata dal veterano Vincenzo Nibali, uno dei favoriti alla vittoria finale, malgrado la carta d’identità (37 anni). Il corridore dell’Astana Qazaqstan Team, sogna la terza vittoria al Giro d’Italia dopo i successi del 2013 e del 2016. Per coronare una carriera già leggendaria: è uno dei sette ciclisti (oltre ad Anquetil, Merckx, Gimondi, Hinault, Contador e Froome) ad aver conquistato almeno un’edizione di tutti e tre i Grandi Giri, avendo vinto la Vuelta (2010), il Giro d’Italia (2013 e 2016) e il Tour de France (2014). È inoltre uno dei soli quattro corridori (insieme a Merckx, Hinault e Gimondi) ad aver vinto i tre Grandi Giri e almeno due classiche Monumento, il Giro di Lombardia e la Milano-Sanremo. A queste grandi vittorie si aggiungono due titoli italiani nella prova in linea (2014 e 2015), due Tirreno-Adriatico(2012 e 2103)  e altri sette podi nei tre Grandi Giri. Oltre a Nibali, le speranze sono riposte su Giulio Ciccone. Il ciclista abruzzese di Chieti, non ha mai retto però le tre settimane. Altre chance per Lorenzo Fortunato, non di primissimo pelo ma in crescita nella Eolo-Kometa, Alessandro Covi, forse il miglior cacciatore di tappe under 25 che abbiamo, Matteo Sobrero e Edoardo Affini per le cronometro, Giovanni Aleotti e Filippo Zana per le montagne.

continua su: https://www.fanpage.it/sport/ciclismo/oggi-il-via-del-giro-2022-con-tanta-italia-pochi-italiani-e-senza-veri-padroni/
https://www.fanpage.it/

 

 



Ex atleta di pallacanestro, con un passato nel calcio e nelle giovanili Inter. Tifoso milanista. ma scrittore obiettivo e chiaro. Amante dello sport in generale. Nato a Lecce, dove attualmente vive e lavora.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

88 + = 92