Calcio Napoli, ultimissime: per Insigne rinnovo lontano

Il fantasista e capitano dei partenopei ha il contratto in scadenza nel 2022. L’intesa non è semplice

1158

Calcio Napoli, le ultimissime notizie dal ritiro di Dimaro (secondo giorno di lavoro per il nuovo tecnico Luciano Spalletti) fanno tremare il cuore dei tifosi biancoazzurri.

Il capitano Lorenzo Insigne, reduce da un brillantissimo e trionfale campionato europeo con la maglia della nazionale azzurra, è ancora lontano dalla seppur minima intesa con la società per il rinnovo. Il fantasista partenopeo, come noto, ha il contratto in scadenza nel 2022, e dopo un torneo continentale disputato ad altissimo livello, è scontato che società di prestigio busseranno presto alla porta di De Laurentiis.

Calcio Napoli, ultimissime: il rischio di perdere Insigne a parametro zero

Le ultimissime notizie dal ritiro del Napoli Calcio ruotano tutte intorno al futuro del capitano. Lorenzino è arrivato alla maturità massima e i suoi 30 anni possono rappresentare lo stimolo per decidere di scegliere un club di primissima fascia e spingerlo così a lasciare a malincuore i suoi tifosi e la sua città. Insigne del resto non ha mai nascosto che si sentirebbe enormemente gratificato da una esperienza nel calcio inglese o in un club di primissima fascia del campionato spagnolo, e senza dubbio i 4 milioni di euro che guadagna oggi potrebbero lievitare notevolmente in un club europeo di primissima fascia.

Calcio Napoli, ultimissime: per Insigne sirene anche francesi

Il calcio Napoli secondo le ultimissime che arrivano dalla società non ha ancora programmato nessun incontro con il procuratore di Insigne. Del resto le grandi squadre europee monitorano con interesse l’evolversi della situazione. Con l’approdo di Donnarumma a Parigi, a far compagnia a Verratti, il Paris Saint Germain potrebbe farci più che un pensiero.

I francesi sono tra i pochi club a potersi permettere cifre folli, ma chissà che tra 12 mesi non si presenti la ghiotta opportunità di prendere Insigne a costo zero, offrendogli uno stipendio faraonico di almeno 7 milioni di euro a stagione.

Quella confessione di Insigne agli amici fra tremare i tifosi

Nonostante il successo agli Europei, il primo grande trofeo conquistato in carriera, Insigne non ha certo il morale alle stelle.

Per questa situazione a dir poco complessa che vive nel club della sua città, Insigne non è tranquillo.

Una posizione da sempre scomoda la sua: capitano e bandiera della squadra del suo cuore, al minimo errore si è spesso sentito bersagliato e ha fatto da capro espiatorio.

Al primo posto per un campione c’è la fiducia della sua società

Non si vede da parte del calcio Napoli quella forte volontà di blindare il proprio uomo simbolo. Cosa che ci si aspetterebbe da un club di prima fascia.

Dal canto suo Insigne si sente al top della propria carriera. Il capitano non vuole certo firmare un accordo al ribasso rispetto ai 4,5 milioni che guadagna adesso.

Va anche tenuto anche conto che con ogni probabilità sarà l’ultimo contratto importante della sua vita di calciatore.

A questo punto, le posizioni dei protagonisti della vicenda potrebbero restare invariate.

Con la conseguenza che la scadenza del contratto di Insigne, tra appena un anno, diventerebbe una mannaia sospesa sulla testa del Napoli.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui