Sampdoria, l’addio di Giampaolo

La sconfitta interna contro il Monza è stata fatale al tecnico abruzzese

Tempo di lettura: 2 Minuti
395
Calciomercato Sampdoria

Sampdoria, l’addio di Giampaolo. L’allenatore è stato esonerato dopo il tremendo poker casalingo ad opera del Monza. Paga le sue scelte, ma non tutte le colpe sono sue. La società Doriana sul mercato è stata pressoché inesistente, cedendo tutti i giocatori migliori. Per questioni meramente economiche e di bilancio, senza trovare adeguati sostituti. L’encefalogramma della squadra è piatto, i giocatori ormai non lo seguivano più. Finisce così il Giampaolo bis e forse anche la carriera di un allenatore che non riesce a svoltare.

Sampdoria, dirigenza al lavoro per il dopo Giampaolo

Intanto il presidente Lanna e la dirigenza lavorano ininterrottamente per trovare un nuovo allenatore. La scelta non sarà facile, ci sono dei paletti economici da rispettare. Quindi, la soluzione più logica sarebbe quella di reintegrare D’Aversa, esonerato l’anno scorso e ancora a libro paga del club. Fra l’altro ha già dato una disponibilità di massima ed è pronto a tornare in pista con rinnovato entusiasmo. Voglioso di riscattare l’esonero che non gli è mai andato giù per davvero. In società stanno riflettendo se possa essere la mossa giusta per risolvere una situazione critica a livello di risultati.

Sampdoria, gli altri nomi in ballo per il dopo Giampaolo 

Casting per il dopo Giampaolo: sei candidati, il sogno è Ranieri. Oltre al ritorno del tecnico romano, in lizza anche Andreazzoli, Stankovic, Semplici e De Rossi. Ma serve una linea condivisa, non solo sul piano economico. La cosa sicura è che la società conta di portare a Bogliasco il nuovo allenatore entro mercoledì, per dargli il tempo di preparare la prossima partita di campionato, con la difficilissima trasferta a Bologna. Che rischia di essere già un crocevia per la lotta salvezza. Tutti vogliono Ranieri, soprattutto la tifoseria. L’allenatore romano aveva già salvato la squadra tre anni fa, ma costa parecchio di ingaggio e la società è obbligata a tenerne conto.

 

 



LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Controllo Anti Spam + 39 = 43