Come la semifinale con Sinner ha condotto Tsitsipas alla terza vittoria ai Masters di Montecarlo

Il greco ha conseguito la terza coppa del torneo ATP monegasco. Il video highlights di Tsitsipas

La terza vittoria a Monte-Carlo è la preferita da Tsitsipas, guarda il video degli Highlights estesi del suo torneo

Tempo di lettura: 2 Minuti
918
Leclerc e Tsitsipas in posa con la Coppa masters di Monte-Carlo, foto ATP staff

Intervistato dallo staff di ATP, Stefanos Tsitsipas parla della semifinale con Jannik Sinner, una prova molto dura in cui il greco è riuscito a ribaltare la tecnica del numero 2 in ATP: spingere l’avversario. Il problema muscolare di Sinner al terzo set, quando ha veramente sofferto di contratture alle gambe, e un errore dell’arbitro, che non ha visto una palla fuori linea del greco, hanno fatto una piccola differenza.

Guarda gli Highlights estesi dei momenti migliori di Tsitsipas ai Masters di Monte-Carlo:

Le riflessioni di Stefanos Tsitsipas dopo la vittoria a Monte-Carlo

Nonostante abbia conquistato la sua prima delle tre Coppe vinte a Monte-Carlo senza perdere un set, Tsitsipas sente come la migliore la vittoria di questa edizione. A tal proposito il tennista greco, che ha raggiunto il 12° posto nel Rank di ATP, sostiene riferendosi a Sinner:

“In semifinale ho avuto un avversario che è un tennista di livello mondiale che si è rifiutato di perdere contro chiunque, e ha avuto un’ottima serie di vittorie consecutive. Quindi, superare quell’ostacolo, è sicuramente un segno che il mio tennis sta progredendo e che sono in grado di spingere quei giocatori”

La finale con Casper Ruud

Il livello raggiunto da Tsitsipas si è esteso giocando la semifinale contro Sinner, un ostacolo che per la gran parte dei tennisti è stato insuperabile. Il giorno dopo, l’incontro con Casper Ruud, il più grande tennista norvegese, vincitore di 10 tornei in ATP, ha confermato le qualità del greco.

“È sicuramente un segno che ci sono e che la costanza si vede, e sicuramente sono capace di grandi cose. Devo solo mantenere una mente aperta, continuare a migliorare, perché se non migliori, le cose tendono a fluttuare e non vanno proprio verso lo stesso percorso verso cui sto costruendo”, ha detto Tsitsipas.

“Ho visto alcune cose oggi e sento di poter migliorare. Di solito lo dico dopo le sconfitte, ma anche dopo le vittorie c’è molto da cui imparare. Ciò che posso ricavare da questo è che ci sono alcuni frammenti che posso aggiungere al mio gioco che possono aiutarmi ancora meglio.”

 



Da qualche anno affianco la mia attività lavorativa con la scrittura sia di racconti, premiati in tre edizioni del Giallofestival di Bologna che di articoli per piattaforme digitali. Fortunatamente il lavoro part time, mi consente di dedicarmi anche a concorsi letterari vincendo riconoscimenti o segnalazioni anche per edizioni di poesia, come il concorso nazionale Argentario. Ho ricevuto di recente il premio al Salone del libro di Torino nell'ambito della IV edizione del Giallofestival di Bologna con titolo di primo classificato 'miglior personaggio non protagonista' e relativa pubblicazione del racconto nella raccolta 2022 Damster ed. Del Loggione. Per la piattaforma digitale Serendipity srl, società in cui Chiara Ferragni è comproprietaria, sono stata articolista descrivendo i viaggi e i video inviati dagli utenti del sito di affitti turistici. Sono una persona sportiva, con la mia mountain bike ho percorso tutte le strade del Chianti fiorentino. Sono convinta che la mobilità green sia l’unico futuro possibile per la salvaguardia dell’ambiente e per il benessere psicofisico. Avendo svolto studi in Scienze Agrarie durante il periodo di isolamento per la pandemia ho svolto una raccolta fotografica e classificazione di circa 200 specie di flora spontanea e di circa 70 specie micologiche dell'area del Chianti fiorentino.