CLUB 91 SQUADRA CORSE INIZIA IL 2022 CON DUE PODI

La spedizione della scuderia di Rubano al LessiniaSport frutta la vittoria di Ferrara ed il secondo di Rossetto, rispettivamente nell’ottavo e nel sesto raggruppamento.

Tempo di lettura: 2 Minuti
357

Rubano (PD), 16 Febbraio 2022– Gioie e dolori in casa Club 91 Squadra Corse per questo inizio di stagione ma nella sede di Rubano si guarda al bicchiere mezzo pieno, grazie ad una vittoria e ad un secondo posto dai quali ripartire per i prossimi appuntamenti dell’annata.

Sabato scorso, in quel di Bosco Chiesanuova, andava in scena la dodicesima edizione del LessiniaSport, evento di regolarità sport valevole come apertura del Trofeo Tre Regioni.

Avvio d’autore, poi penalizzato da problemi tecnici, per un Fabio Sorgato a lungo protagonista nei quartieri nobili della generale, secondo assoluto al primo riordino con Claudio Rosina sulla Porsche 911 2.4 S, prima di vedersi costretto ad alzare bandiera bianca dopo il secondo giro.

Arrivavamo da un rialzo molto importante” – racconta Sorgato –“ed il risultato ci stava gratificando perchè, dopo il primo riordino, eravamo secondi assoluti con sole quattro penalità. All’inizio del secondo giro ho sentito la frizione che strappava molto e, all’uscita della sesta prova, mi è uscita la marcia. Abbiamo pagato un notevole ritardo ma, come se non bastasse, ci siamo resi conto poi che il cambio si era staccato dai supporti del telaio. Peccato per lo zero.”

In lizza per il podio assoluto anche Alberto Ferrara, affiancato da Matteo Manni su un’Opel Kadett GT/E, prima di una fatale penalità che lo ha fatto retrocedere dal secondo al settimo gradino della generale, consolandosi però con il primo successo 2022 in Raggruppamento 8.

Meteo e percorso ottimo” – racconta Ferrara –“così come la nostra Kadett. Peccato per quell’errore pesante che ci ha fatto perdere un potenziale secondo nella generale. Abbiamo vinto il nostro raggruppamento ed abbiamo ottenuto una buona posizione per il campionato.”

Il più sfortunato, di tutto il quintetto della compagine patavina, è stato indubbiamente Nicola Franco, in coppia con Leonardo Franco su un’Opel Ascona, bersaglio della sorte e costretto al ritiro, sul secondo passaggio della Valsquaranto, per il cedimento della pompa dell’acqua.

Quinta piazza in Raggruppamento 8 e tanto divertimento, come di consueto, per Francesco Turatello e la sua Fiat 131 Racing, condivisa come da tradizione con Flavio Ravazzolo a destra.

Pur facendosi tentare dalla prestazione cronometrica il pilota di Padova ha mantenuto fede al suo ideale di gara, regalandosi una giornata all’insegna del traverso e della convivialità.

Dulcis in fundo primo podio stagionale per Roberto Rossetto, con Cristiano Selmin sulla Fiat 124 Sport Spider, firmatario della seconda posizione per quanto riguarda il Raggruppamento 6.

Il percorso di gara era davvero molto bello” – racconta Rossetto –“e possiamo dirci soddisfatti per aver iniziato il nuovo anno con un bel risultato. Non è stata facile perchè l’ultimo giro, le ultime tre prove speciali, lo abbiamo corso completamente al buio. Sulla nostra 124 non avevamo la fanaliera giusta ed abbiamo faticato un bel po’. Ora ci prenderemo un po’ di pausa e, con molta probabilità, punteremo ad andare in Costa Smeralda. Vedremo più avanti.”



LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Controllo Anti Spam + 20 = 24