Cagliari: “Stop alla paura”, parola dei senatori

I rossoblu devono scrollarsi di dosso la paura e l’ansia da risultato

1016
Nainggolan Cagliari

Il Cagliari sta vivendo una situazione davvero molto particolare. Nove partite senza vittoria sono un’infinità, le problematiche che hanno portato a questo trend sono certamente numerose. Sono una concausa di fattori che ha creato un clima di depressione e di paura. Queste sono i primi e veri fantasmi da battere, per cercare di ripartire e di farlo con forza e convinzione. Serve intervenire sul mercato, prendendo dei nuovi elementi. Certo è che i rinforzi possibili potrebbero non bastare; bisogna infatti cercare di superare i problemi psicologici che si sono venuti a creare, dopo una serie negativa così lunga e faticosa da digerire.

Cagliari, via la paura!

Questo è il primo obiettivo da perseguire anche secondo senatori e quindi gli uomini più esperti della squadra di di Francesco Questo è il primo è probabilmente vero problema della squadra. Certi elementi, quelli più esperti, come ad esempio Radja Nainggolan e Leonardo Pavoletti, si sono accorti di questa tendenza; ossia di una sorta di paura e depressione che colpisce la maggior parte dei ragazzi. Questi infatti davanti alla prima difficoltà o al gol preso, non riescono a reagire o comunque vanno in confusione. Per superare queste difficoltà serve ascoltare e seguire i suggerimenti e i buoni consigli dei più esperti.

È ora di reagire e ripartire

Adesso non c’è più tempo per l’attesa e per i pensieri. Adesso è arrivata l’ora di reagire con forza e convinzione, di ripartire tutti insieme. Per tutti insieme si intende: la squadra, il tecnico e la società. Elemento che finora è stato quasi assente, non ha quasi mai difeso il tecnico e nemmeno i ragazzi. Un atteggiamento che è tipico di coloro che non sono persone di calcio. Purtroppo il Cagliari come società ha messo in evidenza molte criticità. E questo probabilmente è il problema principale del club.

 

2 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui