Lazio Lotito: dal quasi fallimento alla Champions League: l’evoluzione del bilancio della Lazio di Lotito

Ripercorriamo insieme le tappe fondamentali della storia del club biancoceleste, legata a Claudio Lotito

244
Lazio Lotito

Lazio Lotito, una storia importante. Il club bianco celeste anni fa ha vissuto un periodo assai difficile. L’era Cragnotti infatti dopo il periodo dei grandi successi e delle vittorie, ha subito un vero e proprio tracollo finanziario. Troppi i debiti accumulati per portare a casa titoli e fama. Inoltre il concomitante crac della Ciro e della Parmalat, ha contribuito a far precipitare il club in un baratro senza fine. In quegli anni, anche il Parma, percorreva le stesse orme fallimentari. La Lazio era pressochè fallita, una società gloriosa, finita sul lastrico, che come racconta l’insider era a rischio “estinzione”. Dopo un periodo di vicissitudini non proprio molto edificanti, fatte di tribunali, di possibili aste ed altro ancora, è spuntato Claudio Lotito, che ha deciso di rilevare il club e la società Lazio. Una società con numerosi debiti, che quindi doveva essere rilevata con tutti gli oneri, e con pochi onori.

Lazio Lotito: dal fallimento alla Champions, ripercorriamo l’evoluzione della squadra biancoceleste

“Quando ho preso in mano la società, la Lazio aveva 84 milioni di ricavi, ne perdeva 86,5 e aveva 550 milioni di debiti. Ho portato nella realtà sportiva mentalità e organizzazione: non sono un tifoso presidente ma un presidente tifoso”. Dal quasi fallimento alla Champions League, impresa difficile da pronosticare anche tra gli amanti delle scommesse calcio, il segreto della Lazio di Claudio Lotito è proprio il suo patron. Vulcanico, spesso protagonista di qualche dichiarazione sopra le righe, il 63enne imprenditore romano è riuscito non solo a stabilizzare una situazione economica che si era fatta decisamente complessa, ma anche a riportare i biancocelesti a vincere trofei. Il grande merito di Claudio Lotito è stato quello di accollarsi 150 milioni di euro di debiti, pagandoli a rate, ma senza mai saltarne una.

I debiti della Lazio, Lotito li paga per salvare la Lazio

Lotito entra nel club della capitale nel luglio 2004 e punta subito a metterlo in sicurezza come raccontato dall’insider. In seguito ad un accordo con i vertici del gruppo bancario Capitalia, riesce poi a salvare la squadra grazie ad una transazione con l’Agenzia delle Entrate. Stipula una rateizzazione in 23 anni dei debiti accumulati dalla Lazio con il fisco. Nonostante ciò il presidente laziale, per quanto inviso dai supporters più accesi, (fino a girare con una scorta a causa delle minacce di morte subite), è fiero di aver salvato il club, potendo mostrare anche bilanci in ordine.

La Lazio di Lotito sa anche vincere

Oltre ad aver sistemato i conti, senza percepire un euro per ben 15 anni, Lotito ha riportato anche diversi trofei in bacheca. I biancocelesti sono andati vicino alla vittoria dello scudetto. Intanto hanno comunque vinto 3 Coppe Italia e 3 Supercoppe italiane. Questo gli ha consentito di essere, come riportato da BetWay, il club più vincente con 6 titoli vinti, solo dietro all’inarrivabile Juventus con 16. Una soddisfazione grandissima, che dovrebbe inorgoglire i tifosi laziali. Inoltre la Lazio da anni stabilmente gioca competizioni importantissime come l’Europa League e la Champions League.

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui