‘Assassin’s Creed Valhalla’, continua la famosa saga per Ps4

Il nuovo prodotto della leggenda Ubisoft

491
Assassin’s Creed Valhalla

Carissimi amici e lettori, oggi ci siamo voluti dedicare ad un titolo che ogni anno in autunno diventa un must per gli amanti della serie: si tratta di ‘Assassin’s Creed Valhalla’, prodotto disponibile per le piattaforme Playstation 4, Playstation 5, Xbox One e per pc. La saga di ‘Assassin’s Creed’ è nata nel 2007 con il primo episodio della saga (allora disponibile per Ps3 e Xbox 360) ambientato nella terza crociata nella Terra santa. Ogni titolo ha una trama che si svolge in epoche diverse e in svariati posti del mondo. ‘Assassin’s Creed Valhalla’ è uscito sul mercato lo scorso 10 novembre e rappresenta il dodicesimo capitolo della serie gioiello targata Ubisoft.

‘Assassin’s Creed Valhalla’, recensione del gioco Ubisoft

‘Assassin’s Creed Valhalla’ è ambientato durante era dei vichingi (più precisamente nell’873) e il protagonista è Evior, un guerriero norvegese ( anche questa volta sarà possibile scegliere se scegliere che sia una donna o un uomo il nostro personaggio) carico di ambizione e dalla sete di potere smisurata. L’obiettivo del clan di Evior è quello di partire alla volta dell’Inghilterra e conquistare l’isola, divisa in regni in lotta tra loro per il dominio assoluto. Vedremo così l’incoronazione di nuovi re e il crollo di altri potenti, in base alle alleanze e ai rapporti che abbiamo deciso di stringere sul campo di battaglia. L’incontro con due membri della Confraternita degli Assassini cambia la vita al nostro personaggio, che inizia un processo di profonda crescita di potenza e maturità.

‘Assassin’s Creed Valhalla’, la famosa saga per Playstation 4

Sono tante le ore di gioco previste per arrivare al gran finale e anche in questo titolo ad ogni nostra scelta o risposta in importanti dialoghi va a modificare il corso della storia. Il clan del corvo cresce anche in base alle razzie fatte da Eivor e il suo gruppo, diretto alla conquista dei territori presenti sulla mappa. L’unico punto debole (se così vogliamo definirlo) è la ripetitività delle razzie, con le strategie avversarie che diventano banali dopo un po’. Si tratta di un gioco spettacolare, uno dei titoli imperdibili e migliori di quest’anno. Il nostro voto è 9,5/10.

Simone Ciloni

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui