Ferrari, doppietta da sogno in Australia. Grande festa per il Cavallino

314

La Ferrari sfodera una gara straordinaria che approfitta del ritiro di Verstappen e centra una spettacolare doppietta. E’ questo quello che accaduto in Australia, sul circuito di Melbourne. Una clamorosa doppietta rossa che illumina il Gran Premio di Formula 1 d’Australia. La Ferrari di Carlos Sainz trionfa davanti al compagno di scuderia Charles Leclerc. Terza la McLaren di Lando Norris che ha preceduto l’altra freccia d’argento di Oscar Piastri.

Sainz da urlo, Leclerc da applausi, la Ferrari vola

Un sogno ad occhi aperti per i tifosi del Cavallino. Come detto prima sul circuito di Melbourne un super Carlos Sainz, rientrato al volante della Rossa dopo l’intervento per appendicite, ha chiuso un weekend spettacolare. Una gara trionfante davanti al compagno di squadra Charles Leclerc al termine di una gara spettacolare e che ha visto le Ferrari in grande spolvero. Incredibile ritiro al quinto giro per il campione del mondo Max Verstappen, partito dalla pole position e subito fuori per un problema ai freni della sua RB20. Ritiro, al 17º giro anche per il sette volte campione del mondo Lewis Hamilton per problemi alla sua Mercedes, mentre il compagno di squadra George Russell è stato protagonista di un brutto incidente all’ultimo giro, per fortuna senza conseguenze.

La vittoria Ferrari in Australia cambia tutto, il Mondiale è riaperto

L’olandese Max Verstappen e super campione della Red Bull nonostante gli zero punti raccolti a Melbourne rimane al comando a quota 51 punti. Ma Leclerc è subito dietro con 47, terzo Perez a 46. Ma occhio anche a Carlos Sainz, carico dopo il trionfo australiano: è quarto a 40 punti. In poche parole ci sono quattro piloti in appena 11 punti. Interessante è anche la classifica costruttori negli ultimi mesi sempre comandata dalle vetture volanti della Red Bull. Il guasto alla monoposto di Verstappen riapre il Mondiale. Le due Red Bull in Australia rallentano il passo. 97 punti per la scuderia di Horner, 93 per la Ferrari. Lontane McLaren (55), Aston Martin (27) e Mercedes (addirittura appena 26 punti). Insomma tutto molto interessante.