Sassuolo-Lazio: presentazione

Neroverdi e biancocelesti, appaiati in classifica al 12° posto, si fronteggeranno sabato sera a Reggio Emilia in un confronto valido per la 9ª giornata di Serie A.

Tempo di lettura: 1 Minuti
246
I 5 giocatori italiani più conosciuti

Sabato 21 ottobre alle ore 20:45 al “Mapei Stadium-Città del Tricolore” di Reggio Emilia andrà in scena il terzo anticipo della nona giornata di Serie A:  Sassuolo-Lazio. Le due squadre si presenteranno all’appuntamento appaiate in graduatoria al dodicesimo posto con 10 punti all’attivo e con un identico ruolino di marcia (tre vittorie, un pareggio e quattro sconfitte). Il match sarà visibile in diretta sia su DAZN che su SKY.

Come arrivano all’appuntamento le due contendenti

Nell’ultimo turno il Sassuolo è tornato a muovere la classifica dopo il passo falso interno contro il Monza: la compagine emiliana ha chiuso sull’1-1 l’impegno in trasferta contro il Lecce. Meglio ancora ha fatto la Lazio. La formazione capitolina, reduce anch’essa da una sconfitta (contro il Milan al Meazza), è riuscita, infatti, nel finale a prevalere in casa sull’Atalanta per 3-2.

Il rendimento interno del Sassuolo e quello esterno della Lazio

Il Sassuolo detiene il dodicesimo rendimento interno del campionato. Nelle quattro partite sin qui giocate davanti al proprio pubblico i neroverdi hanno incamerato sei punti (1,5 di media a gara). La squadra emiliana ha vinto contro Verona (3-1) e Juventus (4-2) e perso contro Atalanta (2-0) e Monza (1-0) Tredicesimo rendimento esterno per la Lazio. I biancocelesti, nelle quattro esibizioni sostenute lontano dallo stadio Olimpico, hanno ottenuto tre punti (0,75 di media a incontro). La compagine della capitale, a fronte della vittoria riportata a Napoli (3-1), ha rimediato tre sconfitte: contro Lecce (2-1), Juventus (3-1) e Milan (2-0).

Sassuolo-Lazio: le ultime dai ritiri

Alessio Dionisi, tecnico del Sassuolo, potrà contare sul rientro di Toljan ma dovrà rinunciare a Viti, Matheus Henrique, Obiang e Alvarez. Nessun problema sul versante opposto: Maurizio Sarri, recuperando Zaccagni, avrà infatti a disposizione la rosa al completo.