Nuove Inter, Skriniar se ne va

La società nerazzurra preferisce tenere Bastoni e sacrificare De Vrij e Skriniar

Tempo di lettura: 2 Minuti
524
Inter, Skriniar e il messaggio d’amore “Difendere questi colori”

Nuove Inter, Skriniar se ne va. Dopo l’ennesimo colloquio fra il presidente Zhang, l’amministratore delegato Marotta, il direttore sportivo Ausilio e l’allenatore Inzaghi, le strategie di mercato sono chiare e definite. Acquistato a parametro zero Paulo Dybala, che sarà annunciato in via ufficiale fra qualche giorno, tocca alle cessioni. L’Inter ha scelto di tenere Bastoni, per un discorso di quota italiani in rosa, di età e di attaccamento ai colori sociali da parte del ragazzo. Sacrificando Milan Skriniar, il quale ha molti estimatori nella nobiltà europea del calcio. Insieme allo slovacco, potrebbe lasciare anche l’olandese Stefan De Vrij, perchè ha scelto di non rinnovare il contratto in scadenza nel 2023 e il club vuole monetizzare dalla sua vendita.

Nuove Inter, Skriniar se ne va. Il pressing del Psg e lo scambio con Kehrer

La rivoluzione del Psg partirà dalle fondamenta, ossia dal reparto arretrato. Promosso Gianluigi Donnarumma titolare, confermati Achraf Hakimi e Presnel Kimpembe, l’obiettivo numero uno dei francesi è proprio Milan Skriniar. Al momento, il direttore sportivo dei transalpini Luis Campos, ha recapitato ai colleghi milanesi una offerta di 60 milioni di euro, per il cartellino del giocatore. L’Inter per privarsi del gioiello slovacco, ne chiede almeno 80. Allora, il Psg ha proposto il nazionale tedesco Thilo Kehrer (valutato 20 milioni) e l’aggiunta di altri bonus, per chiudere l’affare. Siamo alle battute finali, con l’addio di Milan Skriniar si chiude un capitolo importante della storia nerazzurra.

Nuove Inter, Skriniar se ne va. De Vrij verso la Premier League ?

I dirigenti dell’Inter sono già al lavoro per rimpiazzare Milan Skriniar, destinato a lasciare Milano dopo cinque stagioni per trasferirsi al Psg. Gli obiettivi in difesa dei dirigenti nerazzurri sono quelli noti: Gleison Bremer e Nikola Milenkovic, che potrebbero unirsi entrambi alla rosa di Simone Inzaghi se uscisse pure Stefan de Vrij (c’è l’interesse concreto del Manchester United, su spinta del nuovo allenatore Ten Haag, connazionale dell’interista). Si tratta di obiettivi a portata di mano: l’ex granata costa 30 milioni e con l’inserimento di contropartite il prezzo sarà abbassato, mentre il viola costa “solo” 15 milioni. Il club nerazzurro dovrà fare attenzione ai cugini del Milan, interessati anch’essi ai due centrali. Nelle ultime ore ha preso corpo la possibilità di acquisire il centrale mancino Mattia Viti dell’Empoli, nell’operazione che dovrebbe portare Krjstian Asslani ad Appiano Gentile.

 

 



LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Controllo Anti Spam + 44 = 50