Pogba-Juve, c’è l’annuncio di Mino Raiola che fa sognare i tifosi bianconeri

L’agente del francese in scadenza di contratto con il Manchester United ha aperto all’ipotesi Juventus

364
Pogba-Juve

Pogba-Juve. Mino Raiola è l’agente di numerosi calciatori, tra cui Gigio Donnarumma e Paul Pogba. Due nomi spesso accostati alla Juventus. Intervistato dalla Rai il procuratore ha fatto una rivelazione interessante sul futuro del calciatore francese in scadenza di contratto al Manchester United.

Pogba-Juve, Raiola apre all’opzione bianconera

“Il contratto di Pogba scade il prossimo anno. Parleremo con il Manchester e vedremo. Di sicuro Torino gli è rimasta nel cuore e a queste cose lui ci tiene molto. La possibilità che torni alla Juventus c’è ma dipende anche dalla Juve.” – ha detto.

Quanto a Donnarumma passato quest’estate al PSG Raiola si è detto dispiaciuto per come è stato trattato dai tifosi rossoneri e si dice fiducioso per la stagione del portiere azzurro.

“Sono dispiaciuto per come e’ stato trattato Gigio. Lui ha fatto una scelta di vita, non c’e’ stato nessun tradimento. Poteva andare via 4 anni fa e non l’ha fatto. Se e’ stato vicino alla Juventus? Penso che la Juventus abbia ancora un grande rammarico per non averlo preso. E non solo la Juventus. Tra Gigio e Navas al PSG non c’e’ lotta, giochera’ Gigio” – le sue parole.

Raiola commenta l’ipotesi dei mondiali ogni due anni

Quanto alla FIFA e all’opzione di disputare un mondiale ogni due anni ha detto: ”La Fifa si crede la padrona del calcio e vorrebbe fare un Mondiale ogni 2 anni. Ma la Fifa non e’ proprietaria di nessun calciatore. E’ un organo che produce solo polemiche e andrebbe totalmente cambiato.”

Il noto procuratore ha voluto anche fare una precisazione sul ruolo degli agenti“Gli agenti non sono il male del calcio come qualcuno sostiene. Se compri una Rolls Royce e non va, il problema non è l’autista. Se i proprietari dei club non sanno gestire i club il problema non siamo noi agenti. Ma anche qui io sono pronto a sedermi intorno a un tavolo e discutere”.

Condividete l’articolo e iscrivetevi al nostro gruppo Telegram!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui