Paralimpiadi: è il giorno tanto atteso del fioretto con Bebe Vio

La nostra portabandiera in Giappone impegnata sia nella prova singola che in quella a squadre

295
Bebe Vio
Bebe Vio

Paralimpiadi: la quarta giornata del programma della scherma ai Giochi di Tokyo 2020 sarà dedicata al fioretto.

Bebe Vio
Bebe Vio

E vedrà finalmente in gara Bebe Vio, portabandiera italiana nella kermesse giapponese. Dopo il forfait nella prova di sciabola, l’atleta cresciuta schermisticamente a Mogliano Veneto con la Maestra Federica Berton sarà in gara oggi, sabato 28 agosto, nella Categoria B del fioretto. Aarma in cui a Rio 2016 ha conquistato la medaglia d’oro.

Paralimpiadi: dopo Rio, per Bebe manca solo il grande bis

La gara di Bebe Vio inizierà alle 4 del mattino ora italiana con il girone eliminatorio che la vedrà affrontare la georgiana Khetsuriani, la brasiliana Santos, la cinese Xiao, la russa Valiseva, la giapponese Abe e la portacolori di Hong Kong Chung. Le fasi a eliminazione diretta cominceranno alle 6 ora italiana.

Paralimpiadi: tante protagoniste pronte a stupire

Oltre a Bebe Vio, la Nazionale paralimpica azzurra oggi presenterà ai nastri di partenza delle prove di fioretto femminile anche Loredana Trigilia e Andreea Mogos nella Categoria A. Mentre per il fioretto maschile saranno in gara Matteo Betti ed Emanuele Lambertini nella Categoria A e Marco Cima nella Categoria B.

Prova a squadre

La Paralimpiade di Bebe Vio non terminerà oggi, perché domenica è prevista la prova a squadre. Il terzetto azzurro, composto da Bebe Vio, Andreea Mogos e Loredana Trigilia, è lo stesso che cinque anni fa a Rio 2016 conquistò la medaglia di bronzo.

Il sogno di Beatrice detta Bebe

Beatrice Maria Vio, conosciuta da tutti come ‘Bebe’, incomincia nel migliore dei modi il cammino verso la riconferma del titolo individuale di fioretto femminile, categoria B, alle Paralimpiadi di Tokyo 2020. L’azzurra ha dato letteralmente spettacolo nel corso della fase a gironi, travolgendo qualsiasi avversaria gli si sia parata davanti e staccando il pass per i quarti di finale. Nel primo assalto della Pool 1, la veneta non ha lasciato scampo alla georgiana Irma Khetsuriani, non concedendole neppure una stoccata: 5-0. Successivamente l’italiana ha ‘lasciato’ il primo punto di queste Paralimpiadi, imponendosi comunque senza problemi per 5-1 sulla brasiliana Monica Santos.

Rullo compressore

Il rullo compressore non si è di certo arrestato. Bebe Vio ha poi prevalso con un secco 5-1 anche sulla quotata cinese Rong Xiao, mentre ha fatto solo un pizzico di fatica in più contro la hongkonghese Yuen Ping Chung, battuta per 5-2. In chiusura altri due 5-0 senza discussioni alla giapponese Chisato Abe ed alla russa Ludmila Vasileva.

Testa di serie n.1 del tabellone, la portacolori del Bel Paese attende ai quarti di finale la vincente dell’assalto tra Khetsuriani e Santos, entrambe già sconfitte agevolmente nella fase a gironi. In semifinale l’ostacolo sarà russo, ovvero una tra Ludmila Vasileva ed Irina Mishurova. L’obiettivo di Bebe Vio in questa Paralimpiade non solo è quello di confermare il titolo di Rio 2016, ma anche di migliorare il bronzo ottenuto 5 anni fa nella prova a squadre. Ricordiamo che l’azzurra avrebbe dovuto prendere parte anche alla gara di sciabola, salvo dare forfait dell’ultimo minuto. “Spero di darvi delle spiegazioni al termine delle competizioni“, aveva commentato l’azzurra attraverso i canali social.

La carriera di Bebe

Quali sono le vostre sensazioni sulle Paralimpiadi azzurre? Lasciate qui il vostro commento e condividete articolo.

https://t.me/joinchat/SHcdBxdDZQadIvhwJlgbYA

43 anni, lo sport è stata la mia palestra di vita nel giornalismo, dove da oltre 20 anni metto in campo tutta la mia passione e le mie competenze. Emozione, adrenalina, nel raccontare ciò che succede nel mondo del calcio e non solo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui