Fioretto: straordinaria Martina Favaretto, medaglia d’oro al Grand Prix di Shanghai

I prossimi impegni di una atleta in continua crescita e ideale “Bisogna crederci sempre”

Il percorso di Martina Favaretto verso i Giochi Olimpici di Parigi 2024. Il fioretto, gli allenamenti ma non solo, chi è l'atleta azzurra in ascesa

Tempo di lettura: 2 Minuti
456
Martina Favaretto vince il Grand Prix di Shangai nel fioretto

Prosegue Martina Favaretto la stagione di successi con il fioretto, conseguendo il quinto successo. L’atleta veneta vince la medaglia d’oro dopo l’argento di Torino e i terzi posti di Parigi e Tbilisi. Inscritta nelle Fiamme Oro l’atleta di 23 anni dimostra di mantenere continuità negli obiettivi del team e del suo CT Stefano Cerioni.

Dai turni preliminari fino alla finale del Grand Prix di Shanghai

Tutte le gare che Martina Favaretto ha affrontato sono terminate con punteggi schiaccianti a favore dell’atleta azzurra. Infatti nei turni preliminari ha vinto sulla francese Roger per 15-7 e sulla statunitense Devore per 15-11. Negli ottavi di finale la schermitrice di fioretto si è imposta sulla giapponese Ueno per 15-12. Martina, alla volta dei quarti, ha superato anche la prova con la cinese Chen, favorita di ‘casa’, vincendo 15-7. La gara, superato l’ostacolo asiatico, ha coinvolto esclusivamente atlete europee. Infatti nella semifinale ha affrontato la francese Ranvier con il punteggio 15-9 ed ha infine vinto, con il medesimo punteggio la polacca Walczyk-Klimaszyk.

Martina Favaretto alla lente

L’Università di Padova annovera Martina Favaretto tra le studentesse della Regione Veneto, dove l’atleta studia Giurisprudenza a Treviso. Il 23 febbraio, Martina ha vinto la Coppa del Mondo di fioretto individuale al Cairo, salendo di nuovo sul podio il giorno dopo con le compagne di squadra, per ricevere la medaglia d’argento. Continuando a progredire e collaborando al meglio con il suo allenatore Mario Numa, Martina Favaretto ha nei prossimi obiettivi i Campionati europei di Basilea, dal 18 al 23 giugno e i Giochi Olimpici di Parigi. Nove giorni consecutivi di gare coinvolgeranno gli schermidori e le schermitrici di tutto il mondo. Le gare si terranno al Grand Palais da sabato 27 luglio a domenica 4 agosto.

Per capire qual’è l’approccio di Martina con la disciplina del fioretto riporto il suo post, pubblicato su Instagram dopo l’oro conquistato al Cairo: “Ancora non ci credo!! La mia prima vittoria individuale in Coppa del mondo assoluti a dimostrazione che bisogna crederci sempre, anche nei momenti di difficoltà e quando vorresti mollare tutto soltanto perchè è più ‘facile’. Grazie a tutti quelli che non hanno mai smesso di credere in me e mi hanno permesso, ognuno a modo suo, di ritrovare la fiducia in me stessa. Step by step🤍.

Cosa dichiara martina favaretto a proposito della vittoria nel fioretto



Da qualche anno affianco la mia attività lavorativa con la scrittura sia di racconti, premiati in tre edizioni del Giallofestival di Bologna che di articoli per piattaforme digitali. Fortunatamente il lavoro part time, mi consente di dedicarmi anche a concorsi letterari vincendo riconoscimenti o segnalazioni anche per edizioni di poesia, come il concorso nazionale Argentario. Ho ricevuto di recente il premio al Salone del libro di Torino nell'ambito della IV edizione del Giallofestival di Bologna con titolo di primo classificato 'miglior personaggio non protagonista' e relativa pubblicazione del racconto nella raccolta 2022 Damster ed. Del Loggione. Per la piattaforma digitale Serendipity srl, società in cui Chiara Ferragni è comproprietaria, sono stata articolista descrivendo i viaggi e i video inviati dagli utenti del sito di affitti turistici. Sono una persona sportiva, con la mia mountain bike ho percorso tutte le strade del Chianti fiorentino. Sono convinta che la mobilità green sia l’unico futuro possibile per la salvaguardia dell’ambiente e per il benessere psicofisico. Avendo svolto studi in Scienze Agrarie durante il periodo di isolamento per la pandemia ho svolto una raccolta fotografica e classificazione di circa 200 specie di flora spontanea e di circa 70 specie micologiche dell'area del Chianti fiorentino.