Olimpiadi Parigi 2024: la Russia ripudiata produce un video fake denigratorio

Il Comitato olimpico preso di mira dal falso video prodotto con AI e la voce di Tom Cruise

Come la Russia ripudiata attacca le Olimpiadi Parigi 2024 con mezzi mediatici

Tempo di lettura: 2 Minuti
238
Il video fake denigratorio le Olimpiadi prodotto dalla Russia con la voce di Tom Cruise,

Il video fake denigratorio le Olimpiadi che ha come protagonista Tom Cruise, è segnalato dalla Microsoft come un falso. La Russia lo avrebbe costruito per minare la credibilità dei Giochi di Parigi, del Comitato olimpico, di Emmanuel Macron e della Francia intera. La Russia è bandita dai Giochi a causa della guerra inflitta all’Ucraina e gli atleti che potranno partecipare saranno senza bandiera, ovvero inscritti come atleti neutrali.

‘Olympics Has Fallen’ il video fake prodotto dalla Russia contro i Giochi olimpici

La sceneggiatura del documentario è generata dall’intelligenza artificiale che ha modellato la voce di Tom Cruise. Il documentario denigratorio è circolato su Telegram lo scorso anno ed è registrato in modo altrettanto falso come produzione Netflix. La produzione fake ha addirittura redatto recensioni false, come quella a cinque stelle del New York Times e della BBC.

Chi ha realizzato il video fake denigratorio le Olimpiadi

Il gruppo legato al Cremlino, noto per altre azioni di informazione terroristica, si chiama Storm-1679. In passato questa organizzazione ha ingannato altre Star del cinema, tra cui Elijah Wood, chiedendo di registrare videomessaggi personalizzati su Cameo, una piattaforma a pagamento. Questi messaggi sono stati successivamente truccati a favore della propaganda contro l’Ucraina in Russia.

In un rapporto che risale a lunedì scorso, Microsoft ha dichiarato in merito al video fake:”Il video segnala chiaramente che i creatori del contenuto hanno dedicato molto tempo al progetto e hanno dimostrato più abilità rispetto alla  maggior parte delle campagne di influenza che osserviamo.”

Un altro esempio di azione contro le Olimpiadi di Parigi 2024 è apparso sugli account dei social media che fanno riferimento a Storm-1679. Le immagini false contenute mostrano infatti graffiti sui muri di Parigi con scritte minacciose e violente contro gli israeliani presenti ai Giochi. Altre farebbero riferimento agli attacchi alle Olimpiadi di Monaco del 1972 da parte di terroristi palestinesi, in cui morirono 11 atleti israeliani.



Da qualche anno affianco la mia attività lavorativa con la scrittura sia di racconti, premiati in tre edizioni del Giallofestival di Bologna che di articoli per piattaforme digitali. Fortunatamente il lavoro part time, mi consente di dedicarmi anche a concorsi letterari vincendo riconoscimenti o segnalazioni anche per edizioni di poesia, come il concorso nazionale Argentario. Ho ricevuto di recente il premio al Salone del libro di Torino nell'ambito della IV edizione del Giallofestival di Bologna con titolo di primo classificato 'miglior personaggio non protagonista' e relativa pubblicazione del racconto nella raccolta 2022 Damster ed. Del Loggione. Per la piattaforma digitale Serendipity srl, società in cui Chiara Ferragni è comproprietaria, sono stata articolista descrivendo i viaggi e i video inviati dagli utenti del sito di affitti turistici. Sono una persona sportiva, con la mia mountain bike ho percorso tutte le strade del Chianti fiorentino. Sono convinta che la mobilità green sia l’unico futuro possibile per la salvaguardia dell’ambiente e per il benessere psicofisico. Avendo svolto studi in Scienze Agrarie durante il periodo di isolamento per la pandemia ho svolto una raccolta fotografica e classificazione di circa 200 specie di flora spontanea e di circa 70 specie micologiche dell'area del Chianti fiorentino.