Marcel Jacobs: “Vi racconto il mio dramma”

Il campione olimpico dei 100 metri ha vissuto un periodo drammatico

Tempo di lettura: 1 Minuti
1035

Marcel Jacobs è il campione olimpico dei 100 metri piani. Una stella dell’atletica leggera mondiale, che ha vissuto un dramma assoluto 

Jacobs ha vinto i 100 metei piani alle ultime olimpiadi, divenendo l’uomo più veloce del mondo.

Dolo Usain Bolt ha fatto meglio di lui nella storia della velocità.

Dopo la grande vittoria, si è fermato per due volte in semifinale nei 100 metri nelle due edizioni successive dei Mondiali.

Ha vinto l’oro nei 100 metri agli Europei 2022.

Il problema che ha afflitto Marcell negli ultimi 30 mesi, tuttavia, non è stato di natura tecnica, come ha raccontato a “Il Giornale”.

Il ragazzo ha sofferto di un brutto male, il “demone” come lo ha chiamato proprio lui.

Marcel Jacobs: “Ho sofferto di depressione”

“Il 2023 è stato un anno difficilissimo, durante il quale ho assaggiato questa brutta sensazione. I primi fastidi sono arrivati quando stavo preparando la stagione all’aperto. Sono finito in un tunnel buio, senza luce, nel quale tutto era scuro. È durato per circa quattro mesi, da maggio ad agosto”.

Marcel Jacobs

Queste le parole del campione italiano, che poi ha proseguito ancora nel suo discorso.

“Le persone che fino a poco prima mi esaltavano, mi hanno gettato nella polvere. Un mondo difficile in cui necessita essere forti, cercare di isolarsi per ritrovare le energie per rialzarsi”.

Infine Jacobs ha concluso: “Ho combattuto e ne sono uscito. Il mio corpo lavora benissimo, mi sento in pace assoluta”.