Juventus, Allegri verso l’esonero

Summit in corso negli uffici della società bianconera, il cambio durante la sosta ?

Tempo di lettura: 2 Minuti
4170
Juventus

Juventus, Allegri verso l’esonero. Dopo la seconda sconfitta in Champions League stavolta per mano del Benfica, in uno stadio semideserto, la posizione di Allegri non è più quella di un allenatore intoccabile. Summit in corso negli uffici della sede, Elkann collegato via video. Gli zero punti e l’ultimo posto nel girone di Champions League, le difficoltà in campionato e l’abulia di Vlahovic preoccupano i vertici societari. I dirigenti hanno accontentato Allegri su tutte le richieste di mercato e l’irritazione è crescente: la squadra non ha gioco e personalità. Si naviga a vista con un allenatore che sconfessa le proprie scelte ogni tre giorni.

Juventus, Allegri verso l’esonero. Gli alibi degli infortuni salvano il tecnico ?

Le assenze di Pogba e Chiesa infortunati pesano non poco, così come gli acciacchi di Di Maria. La forma di Paredes è ancora precaria. L’allenatore livornese non ha mai potuto schierare la formazione migliore e questo potrebbe essere un fattore decisivo per salvare la panchina. Nelle valutazioni in corso d’opera si riflette anche su questo. Ma Elkann spinge per cambiare, mentre Agnelli e Nedved cercano di salvare Allegri. Anche per una questione economica: l’esonero mantiene a libro paga Allegri. Molti in società sperano nelle dimissioni, che non sono nelle corde del tecnico, convinto di poter raddrizzare la barca.

Juventus, Allegri verso l’esonero. L’elenco dei possibili sostituti  

Il sogno è Zidane: il francese è pronto a tornare in bianconero. Ma sembra restio a prendere il treno in corsa e più propenso a ripartire a luglio con un nuovo ciclo. A meno che non venga precettato dalla nazionale. Un nome che riscuote consensi per l’immediato è quello di Paulo Sousa, altro ex giocatore juventino. Arrivabene sponsorizza invece il nome di Pochettino, ex Psg. Sulla piazza anche Tuchel, appena cacciato dal Chelsea, ma ha uno stipendio importante. Che la Juventus non potrà sostenere. Una soluzione ponte serena potrebbe prevedere il ritorno di Ranieri a Torino, dove è molto stimato. Ma a sorpresa potrebbe essere scelto Montero: l’ex difensore è alla guida della Primavera e potrebbe essere promosso. L’idea della Juventus è di sfruttare eventualmente la sosta per dare modo al nuovo allenatore di cominciare a lavorare.



LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Controllo Anti Spam + 86 = 87