Coppa d’Africa, definita la finale

Coppa d’Africa, definita la finale, che si giocherà domenica 11 febbraio alle 21 italiane, tra Costa d’Avorio e Nigeria.

Tempo di lettura: 1 Minuti
307

Coppa d’Africa, definita la finale

Definita la finale, che si giocherà domenica 11 febbraio alle 21 italiane, tra Costa d’Avorio e Nigeria.

Coppa d’Africa

Nigeria – Sudafrica

Partita particolare tra Nigeria e Sudafrica. I nigeriani vanno in vantaggio grazie al rigore guadagnato da Oshimen e realizzato da Troost-Ekong. Il pareggio del Sudafrica arriva da una circostanza insolita. Oshimen realizza il raddoppio, ma il direttore di gara viene richiamato al VAR per un possibile rigore per il Sudafrica nell’azione precedente. Il penalty viene concesso, e i Sudafricani mandano la partita ai supplementari. Supplementari che non bastano e si va alla lotteria dei rigori. Il numero uno sudafricano Williams, pararigori certificato stavolta non riesce a salvare i suoi. Ci riesce invece Nwabali, che ne respinge due su quattro e poi esulta al gol decisivo di Iheanacho. I Bafana Bafana proveranno ad arrivare terzi nella finalina di sabato contro i congolesi, sfida fra due sorprese di questo torneo. Ai nigeriani il titolo manca dal 2013.

Costa d’Avorio – Congo

Meglio il Congo nei primi minuti: Bakambu segna al 10’, ma ha commesso un fallo in attacco e la gioia sfuma immediatamente. Nella seconda metà del primo tempo si sveglia la Costa d’Avorio prima Haller sbaglia di testa da due passi (40’), poi Kessié si mette in proprio e scarica una rasoiata mancina, palo pieno (43’). Al 65’, poi, l’episodio che decide la partita: cross da destra, Haller si fa trovare sul secondo palo e la schiaccia col destro. Nove anni dopo, la Costa d’Avorio torna in finale di Coppa d’Africa. Gli ivoriani, che hanno vissuto un percorso a dir poco particolare. Dopo una fase a gironi da dimenticare, vengono ripescati fra le migliori terze grazie ai disastri altrui e poi improvvisamente vincenti nella fase a eliminazione diretta.