Milan Bologna 2-2: Orsolini salva i suoi e i rossoneri sprecano.

Finisce in parità lo scontro tra Milan e Bologna, un punto prezioso per gli emiliani nella corsa al quarto posto e 2 punti buttati per il Milan, nella disperata speranza di rientrare in corsa per lo scudetto

Tempo di lettura: 2 Minuti
319

Milan Bologna 2-2: Orsolini salva i suoi e i rossoneri sprecano.

 

Finisce in parità lo scontro tra Milan e Bologna. Un punto prezioso per gli emiliani, impegnati nella corsa al quarto posto, 2 punti buttati invece per il Milan, nella disperata speranza di rientrare in corsa per lo scudetto.

La partita

A portarsi in vantaggio sono i rossoblù, grazie al loro 9, Zirkzee, al quale piace iniziare la costruzione dell’azione partendo lontano dalla porta, partendo in velocità sulla fascia, grazie ad una azione simile arriva il gol del vantaggio.

 

Alla mezz’ora di gioco, nel giro di 5 minuti, il Milan spreca due doppie occasioni d’oro per pareggiare i conti. Pochi minuti dopo Kjaer si procura il primo rigore, con Giroud che si presenta dal dischetto, ma Skorupski para senza troppe difficoltà. Terzo errore dal dischetto per il francese da quando gioca al Milan e quarto in carriera. Il rigore scatena la furia di Thiago Motta che viene espulso insieme al suo vice. Al 45′ arriva il tanto cercato pareggio del Milan, con Loftus-Cheek che insacca da due passi dopo un cross basso e secco di Calabria.

Secondo tempo

All’inizio della ripresa è il Bologna ad avere l’opportunità di riportarsi in vantaggio, con Zirkzee che tira alto dopo una giocata da fenomeno. A rispondere alla giocata dell’olandese è il suo connazionale, Reijnders, che colpisce la traversa. Arrivati a 20 minuti si accende Leao che fallisce la possibilità di portarsi in vantaggio da pochi passi, ma l’azione dopo riesce a procurarsi un rigore. Dal dischetto questa volta va Theo Hernandez, che colpisce il palo. Sembra una serata da incubo per i rossoneri, quando Loftus-Cheek riesce a portare i suoi in vantaggio, grazie ad un grandissimo stacco di testa. E quando a pochi minuti dalla fine, i rossoneri sembrano essersi guadagnati i 3, quando Terracciano, appena entrato, commette un ingenuità e tira la maglia a Kristiansen. Dal dischetto, sullo scadere del cronometro, Orsolini non fallisce e regala un punto ai suoi.