Serie B, “senza il Lecco tocca al Foggia”. È tam tam sui social e arriva una lettera ufficiale

Il giornalista Franco Ordine ha preso posizione sulla questione relativa ad un eventuale ripescaggio in Serie B al posto del Lecco.

Tempo di lettura: 2 Minuti
3536
SERIE B
SERIE B

Il caos al Lecco relativo al problema dello stadio rischia di diventare un caso. Il Lecco rischia l’esclusione dalla Serie B, ma chi beneficierà dell’eventuale esclusione dei lombardi dalla cadetteria?

Nelle ultime ore, il giornalista Franco Ordine ha preso posizione, inviando una lettera al Presidente della Lega Pro, Marani. La riportiamo di seguito.

Serie B, tocca al Foggia? La lettera di Franco Ordine

Caro Presidente Matteo Marani, siamo tutti rimasti stregati dalla stagione dei play off di Lega Pro che si è appena conclusa con il successo, sul campo, del Lecco, per designare la quarta società destinata alla promozione in B. è stato un autentico spettacolo, con risultati francamente inattesi, per le emozioni suscitate da alcune sfide (le due semifinali di Cesena e Pescara decise dall’ultimo rigore dopo il ricorso ai supplementari), per il concorso di pubblico (pienoni a Cesena, Pescara, Foggia e nella stessa Lecco che pure ha una capienza ridotta) e per l’auditel delle dirette televisive che hanno reclamizzato un prodotto eccellente per investitori pubblicitari e per la platea dei rispettivi tifosi. Di questo, immagino, puoi essere orgoglioso avendo da qualche mese intrecciato la tua vita professionale con quella di presidente della Lega Pro. Per questo motivo ti tocca il compito di custodire gelosamente questo piccolo tesoro. Da qualche ora è in corso un dibattito su codici e pandette a proposito della delicata materia delle iscrizioni ai campionati. C’è un capitolo che non ti riguarda direttamente (caso Reggina con ripescaggio del Brescia) ma ce n’è uno che invece ti riguarda direttamente ed è riferito alla posizione del Lecco. Chi ama il calcio sa che bisogna augurarsi il rispetto sacro del risultato acquisito sul campo: è un principio che non accetta deroghe. Per questo stesso principio, qualora il Lecco non dovesse superare l’esame per l’iscrizione alla serie B, diventerebbe inevitabile una discussione su chi è titolato a prenderne il posto. So che esistono regolette interne alle leghe di serie A e serie B tendenti a ottenere una sorta di rendita e di tutela delle rispettive categorie. La bussola, nello sport, dev’essere il merito. Non ho bisogno di ricordarti che le noif sanciscono le 4 promozioni dalla Lega Pro alla serie B. Senza il Lecco, arrivato primo, toccherebbe al secondo. Se ciò non accadesse, quel tesoro collezionato durante i play off perderebbe gran parte del suo valore e il campionato stesso si ritroverebbe a fare la figura del vaso di coccio tra quelli di ferro. Mi auguro di vederti impegnato a difendere i principi del merito e gli interessi della tua Lega. Con stima. Franco Ordine



Antonio è un giornalista nato nel 1988. È iscritto all'albo dei giornalisti pubblicisti dal 2017. È anche professore di Italiano e Storia nella scuola superiore. Ha scritto per numerosi siti, tra cui italiani.it, dayitalianews.com, Blasting News. È caporedattore e coordinatore.