Lecce-Bologna, il Via Del Mare si tinge di rosso miscelato tra giallo e blu

Baroni sfida T.Motta in panchina, la passerella dell’ultimo turno

Tempo di lettura: 2 Minuti
722
BOLOGNA, ITALY - OCTOBER 23: Lewis Ferguson of Bologna FC and Federico Di Francesco of US Lecce during the Serie A match between Bologna FC and US Lecce at Stadio Renato Dall'Ara on October 23, 2022 in Bologna, Italy. (Photo by Timothy Rogers/Getty Images)

Lecce-Bologna è la partita che si giocherà giusto per salutare la stagione, avendo ottenuto l’obiettivo entrambe le squadre. Il Lecce grazie al rigore di Colombo al 96′ in quel di Monza, si è guadagnato un’altra stagione in Serie A. Il Bologna da tempo dorme tranquillo, stazionando a metà classifica già da qualche giornata, è ora di pianificare la prossima stagione. Partita che nessuna delle due squadre dunque, giocherà per uno scopo preciso, ma sarà l’occasione per dare spazio a chi è stato poco impiegato finora in tutto il campionato. E’ anche giusto così, almeno si sfrutta l’opportunità di testare negli ultimi novanta minuti, chi non ha potuto mostrarsi durante gli altri tremilatrecentotrenta.

Lecce-Bologna, gli ospiti quasi una bestia nera per i pugliesi

Quando il Lecce ospita il Bologna in massima serie, è sempre difficile da scardinare. In tredici occasioni, appena due vittorie e con lo stesso risultato: 1-0 nel 1989/90 (Vincze su rigore) e 1-0 nel 2001/02 (Cirillo). Un problema in casa, peggio è stato in trasferta: al Dall’Ara una sola vittoria in altrettante tredici occasioni, un 0-2 firmato da Giacomazzi e Grossmuller nella stagione 2011/12. Quando ha perso a Bologna 2-0 come in questa stagione (Arnautovic su rigore e Ferguson), a Lecce: 1-1 nel 1997/98 (Atelkin per il Lecce e Fontolan), 1-1 nel 1999/00 (Signori per il Bologna e C.Lucarelli) e 0-1 nel 2010/11 (Ramirez). Il Bologna si è imposto a Via Del Mare altre tre volte in Serie A.

Lecce-Bologna, partita caratterizzata dall’X in schedina

Nelle altre circostanze che i felsinei hanno vinto: 1-3 nel 1990/91 (Turkylmaz, Waas e Turkylmaz; a rimontare il vantaggio pugliese di Mazinho), 1-2 nel 2003/04: Pecchia, Bojinov (Lecce) e Tare. Infine 2-3 nel 2019/20: 0-3 Bologna con la doppietta di Orsolini intervallata da Soriano e 2-3 definitivo con reti di Babacar e Farias. In sostanza giallorossi e rossoblù quando si sono sfidati in Salento, hanno quasi sempre pareggiato: 1-1 nel 1988/89 (Pasculli e De Marchi per il Bologna), 1-1 nel 1997/98, 1-1 nel 1999/00, 0-0 nel 2000/01, 1-1 nel 2004/05 (Giacomazzi per il Lecce e Bellucci), 0-0 nel 2008/09 e 0-0 nel 2011/12. Cosa aspettarsi domani sera? Partita apertissima e può uscire di tutto.

Lecce-Bologna, un incubo chiudere in casa per i giallorossi

Il Lecce chiuderà il campionato di Serie A per la decima volta in casa e finora non è stato un granché: tre vittorie, un pareggio e cinque sconfitte. Per la quarta volta su dieci calerà il sipario ospitando una squadra emiliana, dopo il Piacenza nel 1997/98 e due volte il Parma nel 2004/05 e nel 2019/20. Le tre vittorie: 3-1 al Torino (Benedetti, Barbas e Paciocco), 2-1 alla Lazio nel 2000/01 (doppietta di Vasari) e 2-1 alla Reggina nel 2003/04 (Chevanton e D.Franceschini). Il pareggio: 3-3 col Parma nel 2004/05 (Pinardi, Vucinic e Dalla Bona). Le cinque sconfitte: 2-3 con la Juventus nel 1989/90, 0-2 con l’Inter nel 1990/91, 1-3 col Piacenza nel 1997/98, 2-4 con la Lazio nel 2010/11 e 3-4 col Parma nel 2019/20.