Inter-Fiorentina: stasera a Monza si assegnerà la Supercoppa Primavera

All’U-Power Stadium si sfideranno i nerazzurri campioni d’Italia e i viola vincitori della Coppa Italia

Tempo di lettura: 3 Minuti
650
I 5 giocatori italiani più conosciuti

Questa sera, alle ore 20:30, all’U-Power Stadium di Monza andrà in scena la finale della diciannovesima edizione della Supercoppa Primavera. A contendersi il trofeo saranno Inter e Fiorentina rispettivamente vincitrici, nella passata stagione, del decimo scudetto e della quarta coppa nazionale consecutiva (settima complessiva) di categoria. Per la compagine toscana, detentrice del titolo, si tratterà della quarta presenza di fila alla manifestazione. La Supercoppa Primavera è stata vinta nove volte dalla squadra campione d’Italia e altrettante da quella trionfatrice in Coppa Italia. A vantare il maggior numero di trionfi è la Juventus con tre.

Supercoppa Primavera: una competizione quasi stregata per l’Inter

La compagine milanese si appresta a disputare la sua settima finale di Supercoppa Primavera. Nessuna altra squadra può vantare un numero così alto di partecipazioni. L’Inter ha però vinto soltanto l’edizione del 2017. Il 7 gennaio del 2018 i nerazzurri s’imposero al “Meazza” sulla Roma per 2-1 dopo i tempi supplementari grazie a una doppietta di Facundo Colidio (3’ e 118’) che rese inutile il provvisorio pareggio ospite siglato da Andrea Marcucci (6’). La formazione lombarda si è invece dovuta arrendere alla Juventus nel 2006 (1-5 a Vinovo) e nel 2007 (0-2 a Interello), alla Roma nel 2012 (1-2 a Busto Arsizio) e nel 2016 (0-4 all’Olimpico) e al Torino nell’edizione del 2018 (4-6 dopo i calci di rigore a Sesto San Giovanni).

Fiorentina a caccia del suo terzo trionfo in Supercoppa Primavera

Decisamente migliore il bilancio della Primavera della Fiorentina nelle quattro finali sin qui disputate. I viola hanno infatti riportato due successi e altrettante sconfitte. La squadra toscana si è aggiudicata per la prima volta la Supercoppa Primavera il 7 settembre del 2011 sconfiggendo all’Olimpico la Roma per 3-2 al termine di un confronto dall’andamento altalenante. I gigliati, passati in vantaggio con Gustavo Campanharo (8’), subirono il ritorno dei padroni di casa a segno con Federico Viviani (35’) e Gianluca Caprari (57’), ma trovarono la forza per ribaltare nuovamente il risultato a proprio con i gol di Babacar (79’) e Boadu Maxwell Acosty (98’).

La Fiorentina ha invece perso a Bergamo contro l’Atalanta le edizioni del 2019 (1-2) e del 2020 (1-3). Il 7 dicembre del 2021 i viola sono tornati a centrare l’obiettivo a spese dell’Empoli superata al “Castellani” ai rigori per 7-6. Soluzione resasi necessaria a seguito del 2-2 al termine dei regolamentari e del 3-3 a fine supplementari. La sfida non lesinò emozioni. La Fiorentina, dopo aver ribaltato con le reti di Vittorio Agostinelli (62’), Eljon Toci (90’) e Dimo Krastev (105’) l’iniziale 0-2 generato dalle realizzazioni di Luca Magazzù (19’) e Alessio Rizza (24’), si vede raggiungere al 119’ dagli avversari a bersaglio con Jacopo Fazzini.

Come arrivano all’appuntamento le due squadre

La scudettata Primavera dell’Inter si ritrova, con i suoi 17 punti all’attivo dopo 15 giornate, a condividere in campionato il 12° posto con Milan e Atalanta. Nell’ultimo turno la formazione diretta da Cristian Chivu ha ceduto a Bogliasco contro la Sampdoria per 2-1. La sconfitta ha posto fine a una striscia di tre successi e ad un’imbattibilità che per l’Inter si protraeva nel torneo dal 17 ottobre scorso.

La Primavera della Fiorentina occupa, invece, il 4° posto in compagnia del Sassuolo a quota 26. Nell’ultimo impegno sostenuto prima della Supercoppa Primavera la formazione guidata da Alberto Aquilani ha prontamente riscattato il ko patito a San Pietro in Lama contro il Lecce conseguendo un’affermazione interna sul Napoli per 2-1.

La direzione arbitrale

La finale della Supercoppa Primavera tra Inter e Fiorentina, in programma mercoledì 25 gennaio alle ore 20:30 (diretta tv su Sportitalia), sarà arbitrata da Gabriele Scatena di Avezzano. Gli assistenti saranno Maicol Ferrari di Rovereto e Roberto Allocco di Bra. Il quarto ufficiale sarà Simone Gauzolino di Torino.