Il profilo di Umberto Rispoli, uno dei migliori fantini italiani

il jockey italiano si sta confrontando da diversi mesi con l’ambiente USA ed è sempre più motivato nella sua carriera.

259
Umberto Rispoli fantino italiano
Tempo di lettura: 3 Minuti

Umberto Rispoli, uno dei migliori fantini italiani, si prepara a un’altra stagione da protagonista nel mondo delle corse di cavalli. Posizionato attualmente al numero 59 della classifica mondiale TRC con 1150 punti quest’anno, il jockey italiano si sta confrontando da diversi mesi con l’ambiente USA ed è sempre più motivato nella sua carriera. Ecco, dunque, perché il suo profilo è uno dei più interessanti del panorama dell’ippica in Italia e in tutto il mondo.

Rispoli, originario di San Severino Marche, dove è nato nel 1988, già da un paio di anni monta con successo profitto negli Usa, dopo aver vinto a Hong Kong e in Francia. Dopo la California Rispoli si è mosso dalla parte opposta della costa statunitense, raggiungendo New York e seguendo la stessa parabola intrapresa dal collega Prat. Proprio il francese, infatti, è al momento numero due al mondo, dietro solo a James McDonald e pure lui si è trasferito recentemente nella Grande Mela per aumentare le sue possibilità di vincere un Eclipse Award. La parabola di Rispoli è in grande ascesa e il futuro per il fantino italiano sembra più che roseo, con la vittoria di Rock Your World nel Derby di Santa Anita del 2021 ed essere stato nominato fantino rivelazione del 2020 con 126 vittorie in un anno solare. Per questo motivo è uno dei favoriti nelle prossime corse primaverili e anche per i risultati ippica oggi.

La storia professionale di Rispoli inizia, ovviamente, in Italia, dove è stato due volte champion jockey per poi trasferirsi in Francia. Ciò che però colpisce di più è la sua storia personale, che lo ha forgiato e aiutato a diventare uno dei migliori nel mondo delle corse. Dopo essere nato a San Severino, infatti, Umberto ha però vissuto fin da piccolo a Scampia, dove ha passato la sua infanzia e prima giovinezza, con il sogno fin da ragazzo di diventare un grande fantino. La passione per i cavalli e le corse gli è stata passata da suo padre, molto legato all’ambiente paliesco e che seguiva in giro per l’Italia ad assistere. Il cavallo a cui Rispoli è più affezionato e si è legato è Polydors della Scuderia Siba, con il quale ha vinto 14 corse.

Negli Stati Uniti ci si è trasferito nel 2019. Uno dei sogni di Rispoli si è coronato poi lo scorso aprile con la vittoria del Santa Anita Derby, quando in sella a Rock Your World è andato subito in testa alla corsa e vinto agevolmente di 4 lunghezze e mezza. Tra le ambizioni per il futuro di Rispoli c’è sicuramente l’Arco di Trionfo, una delle corse più ambite nel mondo dell’ippica. Il Prix de l’Arc de Triomphe si disputa ogni anno la prima domenica d’ottobre all’ippodromo di Longchamp e per le ultime due stagioni è saltata causa covid. L’ultimo italiano a vincerla è stato Lanfranco “Frankie” Dettori, uno dei più famosi e quotati fantini al mondo dello scorso secolo e che detiene il record di sette corse vinte in un solo giorno nel 1996, ad Ascot.

Il 2022 di Umberto Rispoli, uno dei migliori fantini italiani nel panorama internazionale delle corse a cavallo, si prospetta dunque molto interessante. Le occasioni per fare bene e continuare a scalare la classifica TRC non mancheranno e potrebbe diventare per questo l’anno adatto per entrare in top 50 mondiale. A quasi 34 anni il jockey di San Severo ha la maturità ed esperienza sufficiente per affermarsi tra i migliori anche ad est degli Stati Uniti, per completare un percorso di crescita iniziato più di dieci anni fa e coronare il sogno di diventare uno dei migliori al mondo.



Giovane imprenditore in campo web è l'editore del giornale online News-Sports.it ed opera anche con: La Web Agency a Roma WebDesignRoma.com L’ eCommerce in Start Up Acquistosicuro.net E altre attività online

2 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

+ 51 = 52