Striscione a Trigoria: Mourinho non si tocca, la Roma è dalla sua parte.

Dimostrazione di affetto dei tifosi giallorossi all’allenatore portoghese, che se mai ci fossero stati dubbi a riguardo, non è assolutamente in discussione.

324
Mourinho nuovo allenatore della Roma

Strscione a Trigoria per Mourinho…A Roma, sponda americana, si guarda oltre i recenti risultati, senza fare colpevoli come nelle precedenti gestioni. Dopo la recente sconfitta di Venezia, accompagnata, come sempre in questo delicato periodo, da non poche proteste nei confronti dell’arbitraggio del sig. Aureliano della sezione di Bologna, molte voci “autorevoli” delle radio romane hanno aspramente criticato anche l’operato del mister durante questa crisi di risultati(una vittoria nelle ultime 7, con il fanalino di coda Cagliari). Chi conosce bene il calcio sa come l’ambiente romano sia molto suscettibile ai risultati sul campo. Mai come quest’anno però, la tifoseria ha fatto quadrato attorno a giocatori, mister e dirigenza. Non a caso il tecnico portoghese, uno dei più vincenti della storia del calcio moderno, aveva chiesto ai supporters romanisti calma e tempo.

Queste sono state difatti le condizioni necessarie, ma non sufficienti, all’avvio di questo progetto triennale che, secondo l’idea gestionale dei Friedkin porterà la Roma ad avere una squadra in grado di lottare per tutte le competizioni. Questa idea vincente però, allo stato attuale del parco g I fans giallorossi hanno recepito questo messaggio chiaro e pragmatico del loro condottiero lusitano e mercoledì hanno portato uno striscione al campo di allenamento di Trigoria, con scritte queste parole “INTORNO A JOSE FACCIAMO QUADRATO…”GIORNALISTI” E PAPPONI VI ABBIAMO  AVVISATO”. Un messaggio quindi, forte e inequivocabile verso tutte quelle persone che, ha detta di molti tifosi romanisti, sguazzano sulle disgrazie sportive della compagine capitolina. Non è nuova infatti la tifoseria romanista a divisioni interne dovute anche ai pareri di questi “guru” del calcio e del tifo, ma fortunatamente il nuovo corso americano sembra aver respinto questa prima avvisaglia di malumore dell’ambiente romano.

La Roma sta pensando a gennaio..

Quello che si sta cercando di fare a Roma è quindi progettare il futuro con più serenità, a partire dalla campagna invernale di calciomercato, per la quale Jose Mourinho ha già le idee più che chiare. Si stanno già individuando i profili  di calciatori su cui la Roma dovrà puntare per arrivare ad un ingresso alla prossima Champions League. Questo di fatto, sarebbe un enorme upgrade rispetto alla  precedente gestione Fonseca, già dal primo anno. Non ci resta che vedere l’evoluzione di questo progetto tecnico.

Gabriele Cecchi, Roma

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui