Fortitudo Bologna, ora è Jabril Durham il nuovo obiettivo

Si allontana Michael Thompson, stando alle ultime indiscrezioni

308

La Fortitudo Bologna prosegue la ricerca di rinforzi da affidare a Antimo Martino. Stando alle ultime indiscrezioni trapelate, però, si starebbe allontanando quel Michael Thompson che pure sembrava ormai alle porte di Bologna. Il quale, nella finale della Coppa dei Campioni araba, vinta dall’Al Ahly, ha messo a referto una doppia doppia (13 punti e 10 assist) risultata fondamentale nella vittoria riportata contro il Kuwait SC.

Il nuovo obiettivo della Fortitudo sarebbe Jabril Durham

Sempre stando alle voci che continuano a rincorrersi, il nuovo obiettivo della Fortitudo sarebbe Jabril Durham. Il playmaker ha iniziato la stagione in Germania, con gli Hamburg Towers, dopo aver collezionato 12,3 punti di media in quella passata coi belgi del Belfius Mons-Hainault.
Voci naturalmente da prendere per quello che sono, ma che testimoniano la volontà della società di reperire soluzioni in grado di apportare qualcosa al roster a disposizione di Antimo Martino. Il quale, dal canto suo, è chiamato a trarre il massimo dal materiale attualmente a sua disposizione.

La gara contro Pesaro

La Fortitudo Bologna è attesa oggi da una gara molto importante, contro Pesaro. Nel corso della quale i felsinei dovranno cercare i primi due punti della stagione senza poter contare su Mancinelli, Fantinelli e Groselle.
Nonostante i ranghi ridotti, la squadra dovrà comunque mostrare progressi in termini di amalgama, parso sino a questo momento il limite maggiore. Un difetto del resto evidenziato dallo stesso Martino, il quale ha avuto buon gioco nel ricordare le statistiche annuali, le quali recitano in maniera abbastanza eloquente. Tra Supercoppa e campionato, infatti, la Fortitudo ha sinora incassato 85 punti di media, mettendone a segno appena 71. Oltre a dover trovare maggiore precisione nelle soluzioni offensive, si presenta quindi l’obbligo di limitare le palle perse e serrare i ranghi. Un compito che potrebbe essere agevolato proprio dall’arrivo di quel playmaker che ancora non è stato reperito.

Sono laureato in Lettere e Filosofia alla Sapienza di Roma, con una tesi sul confine orientale d'Italia alla fine della Prima Guerra Mondiale. Ho collaborato con svariati siti su molte tematiche e guidato il gruppo di lavoro che ha pubblicato il CD-Rom ufficiale della S.S. Lazio "Storia di un amore" e "Storia fotografica della Magica Roma".

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui