L’Italvolley inizia la caccia alle medaglie

Stasera la semifinale contro i campioni uscenti della Serbia

292

Per l’Italvolley inizia stasera la caccia alle medaglie europee, che mancano ormai da sei anni. E’ infatti in programma la semifinale contro i campioni uscenti della Serbia, mentre dall’altra parte del tabellone si scontreranno Slovenia e Polonia. C’è molta curiosità per la squadra totalmente rinnovata da De Giorgi, la più giovane in assoluto presente alla kermesse continentale.

Italvolley: l’età media è di 24 anni

L’età media della nostra selezione è di 24 anni. Un segnale abbastanza chiaro, quello mandato dal nuovo tecnico, il quale ha voluto puntare sulla freschezza per riportare l’Italia in alto.
La stella della squadra, però, ne ha soltanto 19, i quali non gli impediscono di far già sentire tutto il suo peso in campo. Michieletto, infatti, coi 93 palloni messi a terra sinora è il miglior scorer della manifestazione, alla pari con il cubano naturalizzato polacco Leon. Il quale ha però 28 anni.
La giovane età non è però stata un ostacolo, sinora, anzi. L’Italia ha infatti vinto le sette partite su sette giocate sinora, impressionando in particolare nel quarto di finale contro la Germania. In cui ha letteralmente annichilito i tedeschi sin dal primo set.

Ora sotto con i campioni uscenti della Serbia

Il primo ostacolo nella caccia alle medaglie è la Serbia, campione uscente. Una squadra che invece fa dell’esperienza uno dei suoi punti di forza, dall’alto dei 29,6 anni di età media. Un dato che, però, dice anche un’altra cosa molto importante: l’Italia è appena all’inizio di un nuovo ciclo, mentre altri lo stanno per chiudere.
Proprio per questo la gara contro i serbi è attesa con speranza, curiosità, ma anche consapevolezza che una eventuale sconfitta rappresenterebbe un incidente di percorso cui sarà possibile rimediare in futuro. Anche se la vittoria della squadra femminile contro la Serbia negli Europei femminili rappresenta in fondo un modello che la selezione maschile vorrebbe emulare.

Sono laureato in Lettere e Filosofia alla Sapienza di Roma, con una tesi sul confine orientale d'Italia alla fine della Prima Guerra Mondiale. Ho collaborato con svariati siti su molte tematiche e guidato il gruppo di lavoro che ha pubblicato il CD-Rom ufficiale della S.S. Lazio "Storia di un amore" e "Storia fotografica della Magica Roma".

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui