Juventus ultima ora. Si attende il faccia a faccia Ronaldo-Allegri

Il portoghese è tornato a Torino con la solita voglia di spaccare il mondo. Ma vuole capire le intenzioni di Max

358

Juventus ultima ora. Cristiano Ronaldo è tornato a Torino: il jet privato su cui volava il portoghese, infatti, è atterrato all’aeroporto Sandro Pertini di Caselle intorno alle 15.10. Nelle prossime ore si sottoporrà alle visite mediche di rito, poi riabbraccerà i compagni e il nuovo tecnico Massimiliano Allegri alla Continassa. Già lunedì CR7 sosterrà il primo allenamento e non è escluso in giornata il primo faccia a faccia con il tecnico.

Juventus ultima ora. Chiamatela pure una dolce ossessione

La Juventus insegue la Champions e il Triplete. Allegri ha sfiorato l’impresa per ben due volte. Prima nel 2015 e poi nel 2017, perdendo una delle due finali proprio per mano di Cristiano Ronaldo, a Cardiff, quando il portoghese era ancora un calciatore del Real. Ronaldo, qualora restasse, troverebbe un allenatore con cui potrebbe tornare a vincere tutto. Del resto, il portoghese, da buon “cannibale” di trofei, accetta a malincuore l’idea di non far parte di un club esclusivo. Quelli dei vincitori del Triplete. Non ci è mai riuscito, nonostante abbia vinto cinque Champions. E ironia della sorte, le società che sono riuscite a “sparecchiare” la tavola dei titolo sono sette. Lo stesso numero di CR7 appunto che ha voglia di salire sull’ottovolante  e scrivere l’ennesima pagina di una carriera straordinaria.

Mendes vuole Ronaldo al Psg. Icardi il sostituto. E’ davvero fantacalcio?

La domanda delle domande estive è una e una sola: la Juventus tornerà ad essere la favorita numero uno per lo scudetto?
La risposta è facile, basta leggere la formazione che vi stiamo per proporre che poi è la stessa che ha in tasca Allegri ed ha passato prima a Agnelli, poi a Cherubini.
Eccola: Szczesny in porta. Difesa a quattro con Cuadrado, Bonucci, De Light, Alex Sandro. In mediana Locatelli e Rabiot o Bentancur con Pjanic come alternativa. Kulusewski, Dybala e Chiesa dietro a Icardi.
Ora chiedetevi se trovate di meglio in giro e, oggettivamente, una Juve così costruita, di sicuro molto portata ad attaccare, ma anche fisica e con molti giocatori di gamba abili anche in fase difensiva, intriga parecchio. E’ una Juve con tante certezze sia dal punto di vista dei nomi, ma anche del modulo e dell’idea tattica. Il calcio è fatto di certezze e uno dei problemi dell’anno scorso con Pirlo è stato proprio il non avere l’idea di squadra. Le grandi formazioni devono rimanere nell’orecchio e la storia ce lo racconta.
Allegri vuol ripartire da qui e su questa formazione la Juventus sta lavorando da un pezzo. Il problema vero, grande, da risolvere è sempre lo stesso e si chiama Cristiano Ronaldo, ma negli ultimi dieci giorni, dopo l’Europeo, è stata imboccata una strada precisa e praticabile.
Il suo mega-procuratore Mendes dopo aver sondato il Manchester e il Real, sta ora apparecchiando la tavola con il Psg con una soluzione che vada bene alle due società e al giocatore. Le indiscrezioni sono precise e confermate. Mendes sta cercando di convincere lo sceicco Al Khelaifi a prendere Ronaldo dando in cambio alla Juventus Icardi che a Parigi non ha sfondato e cerca il rilancio proprio nel campionato italiano. Sono davvero solo fantasie?

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui