Eriksen-Inter, è guerra fredda: fino a gennaio da separato in casa, poi sarà addio

Dopo l’ennesima dichiarazione di sofferenza dello danese è scontro Eriksen-Inter. C’è l’ipotesi scambio con il PSG

19
eriksen-inter

Eriksen-Inter. In casa nerazzurra continua a tenere banco la vicenda Eriksen. Il danese sembra essere un fantasma agli occhi di Antonio Conte che lo sta utilizzando con il contagocce. Nelle ultime uscite stagionali è rimasto addirittura per tutto il tempo in panchina.

E’ incredibile come si sia evoluta la sua vicenda in nerazzurro dopo gli sforzi che il club ha fatto lo scorso gennaio per portarlo a Milano in anticipo senza aspettare la naturale scadenza del contratto con il Tottenham. Presentato alla Scala di Milano in grande stile, come solo ai grandi calciatori si fa, dopo quasi 1 anno la sua avventura in nerazzurro sembrerebbe già essere arrivata al capolinea.

Eriksen-Inter: a gennaio sarà addio

Il feeling con Antonio Conte non è mai nato. Troppo legato al 3-5-2 il tecnico leccese ed Eriksen, trequartista puro, difficilmente può trovare collocazione nel suo scacchiere tattico.

Tutti attribuivano la scorsa stagione come di rodaggio. La sensazione era che il tecnico non volesse stravolgere l’equilibrio che si era trovato in squadra ma che poi da settembre Eriksen sarebbe diventato punto fermo della nuova Inter.

Invece l’involuzione è proseguita fino ad ieri quando Eriksen, come spesso fa quando va in nazionale, ha lanciato l’ennesima frecciatina al tecnico nerazzurro.

“In questo momento non sto vivendo quello che avevo sognato. La gente vorrebbe vedermi giocare e anche io vorrei farlo. Ma l’allenatore ha idee diverse e io come giocatore devo rispettarle” – ha detto.

Poi, sul futuro il danese ha lasciato un alone d’incertezza: “Per adesso mi concentro sul calcio giocato. Vedremo se accadrà qualcosa o meno quando si aprirà la finestra di mercato. Per quanto ne so, comunque, sarò all’Inter anche dopo l’inverno. Poi devo decidere con il club”.

Eriksen-Inter: società stizzita, ipotesi scambio con il PSG

Facile intuire che l’Inter è rimasta stizzita dall’ennesima dichiarazione scottante di Eriksen. La sensazione è che ormai il danese viva quest’ultimo mese e mezzo da separato in casa e poi si troverà la miglior soluzione per entrambi.

Per Eriksen, che alla luce dei suoi 28 anni è ancora nel pieno della maturità calcistica ed è in cerca di un progetto ambizioso, per l’Inter che dopo i 27 milioni di euro spesi lo scorso gennaio, non vorrebbe fare una minusvalenza.

Secondo la Gazzetta dello Sport sono già diversi i club a cui l’Inter ha bussato alla porta per offrire il danese biondo. Primo su tutti il PSG con la quale i nerazzurri starebbero pensando ad uno scambio con Leandro Paredes che piace tanto.

UNISCITI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM CLICCANDO QUI

1 commento

  1. […] “Ha tutte le qualità per diventare un fuoriclasse e voglio aiutarlo. Ci sono calciatori che impiegano più tempo per adattarsi al calcio italiano. Io sono stato fortunato ad abituarmi velocemente. Ha ancora del lavoro da fare con la lingua. Se imparasse l’italiano, diventerebbe tutto più facile. Potrebbe comunicare meglio e contribuire maggiormente al lavoro di squadra“- le parole del belga al margine della sua gara con la nazionale belga giocata proprio contro la Danimarca di Eriksen. […]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui