Le parole di Mourinho hanno spiazzato tutti

580

Domenica si gioca Inter – Roma gara valevole per la decima giornata di campionato, il clima inizia ad essere teso. I tifosi dell’Inter sono pronti a contestare il grande traditore Romelu Lukaku. Per lui si prevedono una marea di fischi e contestazioni. Ma Josè Mourinho lo vuole “proteggere”, spostando l’attenzione su di lui con dichiarazioni forti. Lo Special One è maestro in questo, ecco perchè alla vigilia della gara sono iniziate delle sue dichiarazioni particolari. Il tutto per cercare di smorzare la tensione sull’attaccante belga che a Milano non ha lasciato un bel ricordo nell’estate scorsa.

Ma ecco cosa ha detto Mourinho alla vigilia del match

Lukaku che è passato dall’Inter alla Roma è una tragedia. Mentre Calhanoglu dal Milan all’Inter è una meraviglia? Mi spaventa questa cosa. Quando Cannavaro andò dall’Inter alla Juventus nessun problema, lo stesso per Vieri. Insomma parole pesanti quelle dell’allenatore portoghese. Mou è abituato a spostare l’attenzione su di lui, per “lasciare” tranquilli e fuori dalle polemiche i suoi giocatori. In questo caso si tratta di Romelu Lukaku. Il centravanti belga domenica ritornerà a San Siro da avversario, per lui sarà una partita dal sapore particolare. Non sarà facile giocare contro la squadra con cui ha vinto uno scudetto nella stagione 2020/21 e nominato miglior giocatore della Serie A con 24 reti.

Ma vediamo cosa c’entra Lukaku in tutta questa storia

L’ex centravanti dell’Inter sarà al centro delle polemiche dei tifosi nerazzurri dall’inizio alla fine della gara. Pronti per lui una tempesta di fischi. Il comportamento del centravanti belga, la scorsa estate, non è stato tanto elegante, per usare un eufemismo. Prometteva eterno amore all’Inter, che l’aveva ripreso dal Chelsea, ma intanto lui tramava altro. Trattava un possibile passaggio al Milan e alla Juventus. A un certo punto, Big Rom ha smesso di rispondere ai compagni di squadra e alla società nerazzurra. Poi è spuntato Mou ed il belga ha accettato le lusinghe della Roma.