Akragas, mister Coppa: “Con il Castrovillari la vittoria più importante”

Il tecnico dei biancazzurri sottolinea il valore dei tre punti conseguiti al “Mimmo Rende” nel turno infrasettimanale del Girone I di Serie D.

Tempo di lettura: 2 Minuti
424

L’Akragas si lascia, almeno parzialmente, alle spalle l’amarezza per la sconfitta interna patita nel derby contro il Trapani andando a imporsi in trasferta contro il fanalino di coda Castrovillari per 2-1 in un match valido per la sesta giornata del Girone I di Serie D disputato allo stadio “Mimmo Rende”.

I biancazzurri allungano a tre la striscia di vittorie esterne iniziali nel torneo ribaltando con le reti di Baio in chiusura di primo tempo e di Grillo al 77’ l’iniziale svantaggio determinato dal penalty trasformato da capitan Cosenza al 35’. L’affermazione ottenuta nel turno infrasettimanale consente all’Akragas, salita in classifica a quota 12, di ritrovarsi a condividere la terza posizione in compagnia di Vibonese e Città di Sant’Agata. Il “Gigante” conserva inalterato il ritardo di tre lunghezze dal Trapani e di quattro dalla capolista Siracusa.

Coppa: “L’Akragas ha ormai acquisito una mentalità importante”

Marco Coppa, tecnico della compagine di Agrigento, non nasconde la sua soddisfazione per l’esito del confronto. “A mio modo di vedere – dichiara ai canali social del club l’ex allenatore del Taormina – credo sia stata la vittoria più importante ottenuta sinora. Ieri avevo anticipato in ritiro alla squadra che sarebbe stata per noi la partita più difficile in assoluto perché venivamo dalla bellissima prestazione offerta contro il Trapani e che potevamo andare incontro a un calo di concentrazione. Ci siamo ritrovati anche in svantaggio, ma i ragazzi, avendo ormai acquisito una mentalità importante, sono riusciti a recuperarla e vincerla”.

All’orizzonte si profila per il “Gigante” la sfida davanti al proprio pubblico contro la Vibonese. Il mister biancazzurro fa il punto della situazione in vista del probante impegno: “Ci aspetta un’altra grande partita. Purtroppo, abbiamo pochi giorni per prepararla. Questo è un periodo di fuoco. Dobbiamo fare i conti con continue emergenze. Anche domenica contro la Vibonese non saremo al completo. Speriamo di poter recuperare almeno due dei sette giocatori attualmente indisponibili”.