Europa League, primo round alla Juventus

Un tocco di Gatti regala la vittoria ai bianconeri, Sporting Lisbona k.o. e spavento per Szeczesny

Tempo di lettura: 3 Minuti
454
Europa League

Europa League, primo round alla Juventus. Serata per cuori forti all’Allianz Stadium di Torino, dove è successo di tutto. Andiamo con ordine : spavento per il cuore di Wojciech Szeczesny vittima di ansia e tachicardia, costretto a lasciare il campo in lacrime, prima rete europea per Federico Gatti passato dai dilettanti alla gloria, la doppia parata di Mattia Perine nel finale che ha esaltato tutti e salvato il risultato.

Finita ? No : il ritorno in campo di Paul Pogba dopo una lunga assenza dai campi e protagonista di una rovesciata salvavita in difesa, Leandro Paredes che al momento di entrare in campo scopre di essere senza maglietta…..

Insomma, non è mancato nulla ! Adesso la Juventus è attesa alla gara di ritorno. Dove dovrà difendere con le unghie e i denti l’unica rete realizzata per approdare all’agognata semifinale.

Europa League, primo round alla Juventus : la partita primo tempo

Allegri rispolvera il tridente con Arek Milik affiancato da Federico Chiesa e Angel Di Maria. Schierando i suoi a specchio col 3-4-3 di Ruben Amorim. Le squadre si affrontano da subito a viso aperto, pressandosi a vicenda con grande aggressività soprattutto in mezzo al campo.

La prima chance della serata è per i bianconeri e arriva sull’asse Di Maria-Chiesa. Lancio perfetto dell’argentino, controllo strepitoso e destro dell’azzurro, che trova la risposta di un attento Antonio Adan.

I lusitani rispondono al 20′ con il giapponese Hidemasa Morita, che colpisce bene dalla distanza dopo un controllo sospetto e fa sibilare il pallone a fil di palo. Attorno alla mezzora la Juve comincia a disunirsi. Sebastian Coates fa tremare lo Stadium: lo fa due volte nel giro di 1′, ma in entrambe le occasioni è impeccabile Wojciech Szczesny.

I bianconeri soffrono specialmente sul settore sinistro, e al 33′ rischiano ancora tantissimo su un affondo di Marcus Edwards, ma la conclusione di Nuno Santos è respinta da Gleison Bremer a pochi passi dalla linea di porta. Un primo tempo di grande sofferenza per i padroni di casa si chiude sullo 0-0.

Europa League, primo round alla Juventus : il secondo tempo dell’incontro

A inizio ripresa è sempre lo Sporting Lisbona a fare la partita, mentre i bianconeri appaiono ancora molto disuniti, imprecisi nei passaggi e spesso in affanno sulle chiusure. Al 62′ entrano Dusan Vlahovic per Arek Milik e Nicolò Fagioli per Filip Kostic in grossa difficoltà, con Federico Chiesa che si allarga a sinistra nel 3-5-2.

Col passare dei minuti i portoghesi abbassano il baricentro, i ragazzi di Max Allegri crescono, e a sbloccarla al 73′ è il meno atteso: Antonio Adan liscia completamente l’uscita su un cross indirizzato sulla testa di Dusan Vlahovic, il serbo colpisce verso la porta, i difensori respingono sulla linea ma sulla palla si avventa Federico Gatti, che dopo una grande prova difensiva si toglie anche la soddisfazione del primo gol in bianconero.

Nel finale la Juve sembra in grado di amministrare il vantaggio, ma in pieno recupero sbanda clamorosamente sulla destra: il cross di Artur Gomes trova Pedro Gonçalves a un passo dalla porta, ma Mattia Perin è strepitoso, prima a respingere sulla sua conclusione, poi a rialzarsi e neutralizzare anche il tap-in di Hector Bellerin.

Un doppio intervento fondamentale, che consente ai bianconeri di andare a Lisbona con una vittoria da difendere. Negli ultimi minuti c’è spazio anche per Paul Pogba, che nel complesso si vede poco, ma è decisivo con un intervento difensivo in spaccata e si guadagna gli applausi del pubblico torinese.