Champions League, Inter ai quarti !

La squadra nerazzurra ottiene la qualificazione con un pareggio a reti bianche. Esulta Simone Inzaghi. Rischio derby nei quarti di finale

Tempo di lettura: 2 Minuti
512
Champions League

Champions League, Inter ai quarti ! Con il pareggio a reti bianche di Oporto, l’Inter festeggia la qualificazione al turno successivo, dove potrebbe trovare come avversari i cugini rossoneri. Il Porto ha confermato di essere una squadra valida e ha tentato fino all’ultimo di rimanere in corsa. Ma i sogni della squadra biancoblu’ si sono scontrati contro la sicurezza di André Onana e la determinazione feroce della squadra milanese. Simone Inzaghi dimostra una volta di più di essere un allenatore da tappe e non da grandi giri. Nelle partite di coppa raramente sbaglia ed esce bene dalle critiche post Spezia. Nel pre partita, l’ad Giuseppe Marotta aveva fatto capire che il destino del tecnico non era legato all’esito di questa partita.

Champions League, Inter ai quarti ! Il tabellino della partita

Ecco di seguito il tabellino della gara.

Porto (4-4-2): Diogo Costa; Pepê, Cardoso, Marcano, Zaidu (40′ st Wendell); Eustaquio (26′ st Franco), Uribe (40′ st Namasu), Grujic, Galeno; Evanilson (26′ st Toni Martinez), Taremi. A disp.: Ramos, Portugal, Carmo, Veron, Conceiçao, Sousa, Borges, Folha. All.: Sergio Conceiçao

Inter (3-5-2): Onana; Darmian (35′ st Skriniar), Acerbi, Bastoni (29′ st De Vrij); Dumfries, Barella (35′ st Brozovic), Calhanoglu, Mkhitaryan, Dimarco (25′ st D’Ambrosio); Martinez, Dzeko (25′ st Lukaku). A disp.: Handanovic, Cordaz, Gagliardini, Correa, Bellanova, Asllani, Carboni. All.: S. Inzaghi

Arbitro: Marciniak (Polonia)

Ammoniti: Darmian, Dzeko, Acerbi (I)

Espulsi: Pepê (P)

Champions League, Inter ai quarti ! Sala stampa dopo gara 



Porto-Inter 0-0, Inzaghi: “Voglio godermi il momento, al momento giusto parlerò”

  • L’allenatore dell’Inter analizza la gara di Oporto e il passaggio ai quarti di finale di Champions: “I ragazzi sono stati magnifici, ora voglio godermi questo momento senza polemiche ma al momento giusto parlerò. I tifosi devono essere orgogliosi. Voglio dedicare questa vittoria ai tifosi rimasti fuori dallo stadio”. Hakan Calhanoglu: “Questa qualificazione ci dà grandi motivazioni”. Henrik Mkhitaryan: “Sognare è possibile”. Matteo Darmian: “Battaglieremo contro chiunque ci capiterà”.