Pericolo acqua rubinetto, rischio mortale?

Pericolo acqua rubinetto, rischio mortale? I dettagli a cui è necessario prestare la massima attenzione per evitare il peggio

Tempo di lettura: 1 Minuti
1603
Pericolo acqua rubinetto, rischio mortale?

Pericolo acqua rubinetto, rischio mortale?

L’acqua del rubinetto potrebbe essere alquanto pericolosa, soprattutto quando la si utilizza in un certo modo e la stessa potrebbe essere – a nostra insaputa – contaminata. È il caso dell’uomo morto proprio a causa di un’infezione causata dall’acqua contaminata da un’ameba entrato nel suo corpo immesso nel naso. Ecco tutto i dettagli nel nostro approfondimento.

Pericolo acqua rubinetto, rischio mortale? I dettagli a cui prestare attenzione

L’ameba mangia cervello ha causato il decesso di un uomo in Florida dopo l’uso dell’acqua del rubinetto per un lavaggio nasale. Una spiacevole notizia che non siamo soliti apprendere e che si mette in allerta per quelle che potrebbero essere le eventualità e i punti che bisogna tener conto al fine di evitare che ciò possa verificarsi onde evitare il peggio.

Su quifinanza.it leggiamo e apprendiamo quanto di seguito riportato:

‘L’infezione da Naegleria fowleri è rara, ma spesso fatale. I sintomi iniziali sono i seguenti.

  • Mal di testa.

  • Nausea

  • Febbre

  • Mal di gola.

Quando si sviluppa la meningoencefalite amebica primaria, si aggiungo poi manifestazioni più gravi di tipo neurologico e sistemico.

  • Allucinazioni

  • Convulsioini

  • Difficoltà respiratorie.

La malattia si sviluppa rapidamente e spesso non è diagnosticata in tempo per poter essere curata, portando alla morte del paziente. Esiste una terapia sperimentale salva vita, utilizzata una sola volta con successo, che prevede il coma farmacologico per l’individuo contagiato, l’ipotermia e la somministrazione di un cocktail di farmaci’.

Si consiglia vivamente di evitare l’acqua del rubinetto per i lavaggi nasali, come anche evitare di nuotare in acque dolci non trattate o non controllate.

Fonte: quifinanza.it